www.tprf.org: La tua arma segreta (words by Prem Rawat)

Programma di Educazione alla Pace - TPRF



Discorso di Prem Rawat alla Settimana della Pace e della Solidarietà di Mazara del Vallo - 27 maggio 2011 - Video


"Determination, understanding and clarity have to be the fundamental foundations on which peace will be built."


"Not exclusion, but inclusion."


"The day our measurements are based on our similarities and not our differences is the day we will begin to lay the foundation for peace in this world."
Prem Rawat
Watch A message of Peace by Prem Rawat

Il Peace Education Program (PEP) ha lo scopo di aiutare i partecipanti a scoprire le risorse interiori che sono loro proprie, strumenti innati per vivere, come la forza interiore, la capacità di scelta e la speranza, esplorando anche la possibilità della pace personale.
Si tratta di un programma educativo nuovo, con un piano di studi che consiste in 10 video, ciascuno incentrato su un argomento specifico, presentato e facilitato da volontari. Questi seminari, adattabili e interattivi, sono non religiosi e non settari. Il contenuto di ciascun argomento si basa su brani tratti da discorsi pronunciati da Prem Rawat in tutto il mondo.
Presentazione del PEP (in italiano)

"Uno degli aspetti meravigliosi del ridere, della felicità, della gioia e della pace, è che sono cose contagiose. Diffondete questo sentimento contagioso di pace, il bisogno di pace, in questo mondo. È di questo che abbiamo bisogno nella nostra vita. La pace è una necessità, non è un lusso." Prem Rawat


mercoledì 26 ottobre 2011

5-12-19 novembre, Palermo: Corso di formazione "Le nuove migrazioni nel Mediterraneo. Quali interventi di accoglienza?



DIPARTIMENTO DI STUDI SU POLITICA, DIRITTO E SOCIETA’
Piazza Bologni 8 - Palermo
  
CORSO DI FORMAZIONE
 Le nuove migrazioni nel Mediterraneo : quali interventi di accoglienza?
 Palermo 5-12-19 novembre 2011


La cd. emergenza immigrazione dai paesi del Nord Africa, seguite da profonde revisioni del quadro normativo e delle prassi applicative, hanno determinato significativi cambiamenti nello status giuridico dei cittadini stranieri e hanno posto le amministrazioni pubbliche, le organizzazioni umanitarie e gli enti di tutela dei migranti di fronte a problemi nuovi.

In questo contesto, la posizione geografica del territorio siciliano e la peculiare realtà sociale ed economica che caratterizza la nostra Regione, peraltro ancora priva di una normativa organica regionale sul tema, con problemi particolarmente gravi relativamente alla condizione giuridica ed all’accoglienza di soggetti particolarmente vulnerabili come vittime di tortura, donne e minori non accompagnati,  rendono importante e attuale una particolare formazione professionale degli operatori che sono presenti nelle diverse strutture di accoglienza, con particolare riferimento alle procedure di protezione internazionale, alle norme che regolano la permanenza degli stranieri sul territorio, alle prassi amministrative in materia di minori non accompagnati.

Risulterà anche di grande importanza la definizione dello status giuridico e dei diritti fondamentali degli immigrati trattenuti a vario titolo nei centri di detenzione o nei centri di prima accoglienza e soccorso, anche dal punto di vista del pieno rispetto del diritto alla salute e dei diritti di difesa, in base all'art. 2 del T.U.  sull'immigrazione n.286 del 1998, comunque riconosciuti agli stranieri, anche dopo avere fatto ingresso irregolare nel territorio dello stato.


Partecipanti: operatori di centri di accoglienza, psicologi, consulenti legali, medici

Obiettivi

l  Analizzare e discutere i bisogni, le criticità, i punti in comune e discordanze dei piani nazionali in materia di accoglienza, le  normative vigenti in relazione all'ammissione dei minori non accompagnati alle procedure di tutela, all'accesso alla procedura di asilo,  la piena attuazione del diritto alla salute, con particolare riferimento alle donne immigrate.

l  Identificazione di risposte in atto e da potenziare in un ottica di collaborazione tra le agenzie istituzionali, le organizzazioni internazionali e le organizzazioni non governative , in modo da superare politiche meramente emergenziali e fornire risposte strutturali a problemi che si presentano ormai da anni.


Presso il Dipartimento studi su politica, diritto e società dell'Università di Palermo, in collaborazione con Borderline Sicilia Onlus e con  ASGI (Associazione per gli Studi Giuridici sull'Immigrazione), si  propone un percorso di formazione sulla normativa e sulle prassi applicative riguardanti l'immigrazione, l'asilo e l'accoglienza in Italia, anche alla luce delle direttive comunitarie, nell'intento di rispondere alle sempre maggiori esigenze di aggiornamento da parte dei diversi soggetti coinvolti nelle attività  di accoglienza.

Considerato l'elevato contenuto professionale e la specificità degli argomenti trattati, le docenze saranno affidate a qualificati giuristi, ad avvocati e ad esperti professionisti nel campo del diritto delle migrazioni, della tutela della salute e dell'assistenza sociale, specializzati nel settore, di provenienza regionale e nazionale..

Il corso avrà una durata di 12 ore complessive e sarà articolato in un ciclo di 3 moduli della durata di 4 ore ciascuno. I tre moduli si svolgeranno nel mese di novembre con cadenza settimanale. Gli incontri avranno luogo presso la Facoltà di Giurisprudenza, atrio centrale, aula n.2 , via Maqueda a Palermo.

Alla fine del corso saranno individuate piattaforme informative in modo da consentire un aggiornamento costante degli operatori che avranno seguito i diversi moduli.


                                          ORGANIZZZAZIONE DEL CORSO


MODULO 1 

sabato 5 novembre 2011 ore 9  

Prof. Fulvio Vassallo Paleologo - Prof. ssa Clelia Bartoli - Avv. Daniele  Papa (ASGI)
Dott. ssa Judith Gleitze (Borderline Sicilia Onlus) - Avv. Alessandra Ballerini (ASGI)

Quadro delle norme nazionali alla luce dei principi e della normativa internazionale e comunitaria.

·       Prospetto sinottico della normativa vigente in materia di asilo e immigrazione
·    La disciplina dell’asilo e dell'immigrazione alla luce delle direttive europee più recenti in materia. La nuova disciplina dello “stato di emergenza”
·         Diritto d'asilo, protezione umanitaria , qualifiche, procedure e accoglienza
·         Competenze legislative e amministrative alla luce degli artt. 117 e 118 della Costituzione: il ruolo delle Regioni
·    La posizione della Protezione civile nelle scelte strategiche in materia di emergenza e di accoglienza

MODULO 2   

sabato 12 novembre 2011 ore 9   

- Avv. Leonardo Marino (ASGI) - Dott.ssa Germana Graceffo (Borderline Sicilia Onlus)
Avv. Angelo Raneli  (ASGI) - Avv. Gateano Pasqualino (ASGI) - Prof. Fulvio Vassallo Paleologo

Il controllo delle frontiere e il contrasto dell’immigrazione clandestina.

·         Il respingimento alla frontiera. I mezzi di ricorso.
·         L’espulsione amministrativa . Diversi tipi di espulsione.
·         Il trattenimento nei centri di identificazione ed espulsione
·         Il permesso di soggiorno per motivi di protezione sociale
·         I divieti di espulsione previsti dall’art. 19 del Testo Unico 286 del 1998


MODULO 3   

sabato 19 novembre 2011 ore 9    

- Prof Fulvio Vassallo Paleologo - Dott. Tullio Prestileo - Dott.ssa Giuseppina Cassarà
Prof. Emilio Santoro - Prof.ssa Clelia Bartoli

I diritti dei migranti in regime di accoglienza

·         I diritti di difesa e il patrocinio a spese dello stato
·         Il diritto all’alloggio-. Le comunità alloggio per minori.
·         Il diritto all'istruzione
·         Il diritto alla salute
·         Il ricongiungimento familiare
·         I minori stranieri non accompagnati. Nomina del tutore ed affidamento.
·         La conversione del permesso di soggiorno al compimento della maggiore età


Nessun commento: