www.tprf.org: La tua arma segreta (words by Prem Rawat)

Programma di Educazione alla Pace - TPRF



Discorso di Prem Rawat alla Settimana della Pace e della Solidarietà di Mazara del Vallo - 27 maggio 2011 - Video


"Determination, understanding and clarity have to be the fundamental foundations on which peace will be built."


"Not exclusion, but inclusion."


"The day our measurements are based on our similarities and not our differences is the day we will begin to lay the foundation for peace in this world."
Prem Rawat
Watch A message of Peace by Prem Rawat

Il Peace Education Program (PEP) ha lo scopo di aiutare i partecipanti a scoprire le risorse interiori che sono loro proprie, strumenti innati per vivere, come la forza interiore, la capacità di scelta e la speranza, esplorando anche la possibilità della pace personale.
Si tratta di un programma educativo nuovo, con un piano di studi che consiste in 10 video, ciascuno incentrato su un argomento specifico, presentato e facilitato da volontari. Questi seminari, adattabili e interattivi, sono non religiosi e non settari. Il contenuto di ciascun argomento si basa su brani tratti da discorsi pronunciati da Prem Rawat in tutto il mondo.
Presentazione del PEP (in italiano)

"Uno degli aspetti meravigliosi del ridere, della felicità, della gioia e della pace, è che sono cose contagiose. Diffondete questo sentimento contagioso di pace, il bisogno di pace, in questo mondo. È di questo che abbiamo bisogno nella nostra vita. La pace è una necessità, non è un lusso." Prem Rawat


sabato 22 ottobre 2011

Ricostruiamo il bus Pizzofree

Il 23 maggio 2011, a conclusione di una lunga mattinata vissuta a Piazza Magione da una miriade di giovani studenti provenienti da città e scuole diverse, in memoria dei Giudici Falcone e Borsellino e di coloro che insieme a loro sono caduti, vittime della mafia, il bus inglese, che era stato adibito a sede della mini redazione latua.tv veniva vandalizzato.
La scritta che è stata apposta all’esterno del bus, forza mafia - suca, ci ricorda un tifo di tipo agonistico che ben poco si addice alla realtà delle forze evocate in campo.
Su questo terreno, infatti non si gioca ma si lotta per vivere con la dignità di donne e uomini liberi, da cittadini affrancati da ogni vecchia o nuova schiavitù.
Crediamo che il gesto più opportuno sia l’esprimere tanta solidarietà nei confronti di chi subisce un danno, cooperando affinché sia ripristinato ciò che è stato distrutto, vanificando gli effetti del danno subito dai pochi
attraverso l’apporto dei tanti.
Proponiamo ai cittadini, alle scuole, ai vari enti e a coloro che insieme ai promotori dell’iniziativa si sentano coinvolti in questa scelta, di concorrere alla raccolta dei fondi necessari a riparare il Bus.
Dai preventivi esaminati occorrerebbero circa 7.000,00 euro.
E’ stata presentata un’istanza di risarcimento presso il fondo di solidarietà delle vittime di estorsione ed usura, nell’eventualità il ristoro fosse accordato le donazioni ricevute saranno impiegate per riattivare tutta una serie di iniziative sul territorio.
Per la campagna di donazione, sarà possibile versare il proprio contributo presso il conto corrente intestato a: LiberoFuturo Associazione antiracket Libero Grassi
 
IBAN: IT 77 H 02008 04676 000011076077
 
Le donazioni saranno pubblicizzate sui siti web dei promotori.
 
Il Bus che appartiene alla società Omnibus s.r.l. su richiesta della Associazione Ziggurat, era stato offerto gratuitamente per la manifestazione per il XIX Anniversario delle stragi di Capaci e di Via D’Amelio, promossa dalla Fondazione Falcone e dal MIUR.

O M N I B U S
 
La Omnibus s.r.l. nasce nel 2004 dall’iniziativa di 4 liberi professionisti che decidono di acquistare un originale mezzo storico inglese a due piani, un c.d. double-decker.
La Omnibus decide di utilizzarlo in virtù di approfondite e dettagliate ricerche di mercato, effettuate in Italia e negli altri paesi comunitari ed extra-comunitari, che evidenziano che gli autobus inglesi “storici” opportunamente restaurati, si prestano a molteplici attività di tipo culturale, sociale e pubblicitario.
Infatti, alle normali attività legate agli spazi esterni del doubledecker, si possono affiancare quelle realizzabili in concomitanza di particolari eventi, all’interno dell’autobus stesso; il suo interno è provvisto sia di energia elettrica (prese di corrente, luci, ecc..), sia di arredamenti di vario genere in grado di ri-creare un comodo e
spazioso ufficio mobile vero e proprio.
L’idea è quella di coniugare il fascino indiscusso che tale mezzo esercita nei confronti della gente, ed in particolar modo sui giovani che vengono attratti da un aspetto del mezzo gradevole dal punto di vista estetico, con quella di offrire un luogo che non ha bisogno di essere raggiunto, ma che raggiunge, e di offrire così opportunità di aggregazione e di confronto informativo, comunicativo ed anche lavorativo.
Purtroppo, il giorno 23 maggio 2011, durante uno di questi eventi cui la Omnibus ha partecipato, il bus di sua proprietà è stato gravemente danneggiato.

Libero Futuro Via Alcide De Gasperi 53 - 90146 PA
3339787396 info@liberofuturo.org
Comitato Addiopizzo via Lincoln, 131 - 90133 PA
091 5084262 comitato@addiopizzo.org
Professionistiliberi Via De Gasperi 53 - 90146 PA
3339787396 info@professionistiliberi.org
Piazza Marina & dintorni CCN via Vittorio Emanuele, 71 - 90133 PALERMO
3298038925 - fax 091.6114164 info@piazzamarinaedintorni.it



Nessun commento: