www.tprf.org: La tua arma segreta (words by Prem Rawat)

Programma di Educazione alla Pace - TPRF



Discorso di Prem Rawat alla Settimana della Pace e della Solidarietà di Mazara del Vallo - 27 maggio 2011 - Video


"Determination, understanding and clarity have to be the fundamental foundations on which peace will be built."


"Not exclusion, but inclusion."


"The day our measurements are based on our similarities and not our differences is the day we will begin to lay the foundation for peace in this world."
Prem Rawat
Watch A message of Peace by Prem Rawat

Il Peace Education Program (PEP) ha lo scopo di aiutare i partecipanti a scoprire le risorse interiori che sono loro proprie, strumenti innati per vivere, come la forza interiore, la capacità di scelta e la speranza, esplorando anche la possibilità della pace personale.
Si tratta di un programma educativo nuovo, con un piano di studi che consiste in 10 video, ciascuno incentrato su un argomento specifico, presentato e facilitato da volontari. Questi seminari, adattabili e interattivi, sono non religiosi e non settari. Il contenuto di ciascun argomento si basa su brani tratti da discorsi pronunciati da Prem Rawat in tutto il mondo.
Presentazione del PEP (in italiano)

"Uno degli aspetti meravigliosi del ridere, della felicità, della gioia e della pace, è che sono cose contagiose. Diffondete questo sentimento contagioso di pace, il bisogno di pace, in questo mondo. È di questo che abbiamo bisogno nella nostra vita. La pace è una necessità, non è un lusso." Prem Rawat


sabato 23 luglio 2011

Report Incontro-Dibattito Sanità e Cooperazione Internazionale dell'AMSI Associazione Medici di Origine Straniera in Italia

A. M. S. I.

Associazione Medici di origine Straniera in Italia

Incontro – dibattito 
SANITÀ E COOPERAZIONE INTERNAZIONALE
Sala Conferenze dell’OMCeO Roma, organizzato dall’A.M.S.I in collaborazione con la commissione affari esteri e medicina internazionale dell’Omceo di Roma e le varie organizzazioni, comunità ed associazioni operanti nel settore sanità.


L’incontro si è svolto il 14-07-2011, alle ore 20 ed è stato moderato da alcuni membri del consiglio direttivo AMSI, il  Presidente dell’AMSI nonché consigliere dell’Ordine dei medici di Roma  Prof. Aodi Foad, dai  dott. Sabri Hassan, Teofilo Katamba e Baleanu PetreMihai, membri fondatori AMSI.

In apertura è intervenuto, dando il saluto di benvenuto ai presenti, il presidente dell’OMCeO di Roma, Prof. Mario Falconi, che ha sottolineato come, in un momento così delicato per la classe medica dove si pratica sempre di più la medicina difensiva, ci sia bisogno di coesione e solidarietà tra tutti gli operatori sanitari davanti agli attacchi di alcuni  media e di alcuni esponenti politici che  distolgono l’attenzione della popolazione dalle vere problematiche gravi socio-economiche e focalizzare l’attenzione su fatti “di malasanità” sporadici ed ancora da accertare, creando uno stato di diffidenza crescente della popolazione nei confronto dei medici. Inoltre, in un contesto di trasformazione geopolitica del Nord Africa con ingresso veloce di immigrati e profughi, l’Italia e le sue strutture sanitarie sono messe a dura prova nell’affrontare tale emergenza e per questo e necessario unire le forze con i medici di paesi di origine nell’assicurare l’informazione e la giusta educazione sanitaria.
Infine ha illustrato l'ultima riunione straordinaria del consiglio direttivo dell'Ordine dei medici di Roma svoltosi il 12.07 .
http://www.ordinemediciroma.it
 

INTERVENTI ALLA RIUNIONE AMSI DEL 14 luglio ’11


  Inoltre Aodi  ha invitando tutti a partecipare dove L'Amsi ha aderito all'Iniziativa della Fnsi ed Ordine dei Giornalisti "LasciateCIEntrare " che si svolgera' il 25.07 con l'adesione e collaborazione di associazioni ,sindacati e deputati.
e poi ha chiuso la riunione leggendo la lettera di alcuni studenti stranieri inviata per sollevare la questione dell’esame di ammissione e l’ultimo decreto ministeriale del 15.06 che ha reso l’esame più difficile in quanto su 80 quiz 40 verteranno sulla cultura italiana e per superare l’esame occorre avere come punteggio minimo 20 punti … contando che il tutto è stato deciso a meno di tre mesi della data dello stesso esame.

LETTERA DI ALCUNI STUDENTI STRANIERI IN RIFERIMENTO AL D.M. 15 giugno 2011

Al prof. Foad Aodi, Presidente dell'Associazione Medici di origine straniera in Italia (A.M.S.I.)

Oggetto: test di ammissione alle università italiane nella facoltà di medicina

Noi siamo gli studenti  arabi 48, abbiamo presentato la  domanda  d’iscrizione alle università italiane per l’anno 2011/12 per le facoltà di medicina.

… viene pubblicato un decreto che esige la soglia minima di 20 punti nei test d’ammissione per immatricolarci nelle università italiane. Questa decisione porta a tutti noi una preoccupazione per quanto riguarda il nostro futuro.
L’esame di ammissione formato in 5 parti,  la maggior percentuale delle quali riguarda la parte della cultura italiana mentre il resto riguarda la conoscenza scientifica.
Noi appena iniziati parlare l’italiano che una lingua molto ricca e serve un lungo periodo per capace di controllarla, e sicuramente non sarà facile e sufficiente la nostra limitata conoscenza nella lingua italiana per  superare la soglia minima.
Il bando del ministero, del giorno 15 giugno scorso, è messo solo il 7 luglio di quest’anno nelle università italiane (solo due mesi prima dell’appello del test d’ammissione), in poche parole quando siamo andati a iscriverci alle università italiane, non sapevamo di questa decisione.
E com’è emesso dopo l’iscrizione alle università, sembra illogico, perché si suppone che sia tutte le leggi già emesse molto prima, per farci dare la decisione finale se possiamo iscriverci o no.
Siamo venuti in Italia con speranze e sogni, perché lo sappiamo che l’Italia è il paese della cultura per tutti i colori nel mondo non fa distinzione tra religione e nazionalità, e il nostro studio in Italia conferma che l’Italia, un paese che apre la porta non solo agli  italiani ma anche a chi vuole studiare.
Noi chiediamo a tutti i responsabili di darci una mano di cancellare o di trovare modo più giusto per quanto riguarda noi gli studenti extra comunitari.

Cordiali saluti
Studenti di Origine straniera con l'allegato delle loro firme.


 
L’evento si è concluso con il rinfresco offerto dall’AMSI.  
dando appuntamento di nuovo a settembre visto il grande successo di partecipazione ,dibattito ,proposte ed altre richieste di partecipazione . 
 
RASSEGNA STAMPA INTERNAZIONALE

I medici AMSI fanno squadra per un vero inserimento professionale.

http://www.taleaweb.eu/index.php?option=com_content&view=article&id=213%3Aospite-della-settimana-11-luglio-17-luglio-2011&catid=8%3Aospite-della-settimana&Itemid=25

Lettera studenti stranieri al presidente Amsi  riportata da giornali internazionale ;
http://www.bokra.net/Articles/1139716/_طلاب_عرب_48_بعريضة_احتجاجية_للحكومة_الايطالية.html

http://www.panet.co.il/online/articles/106/107/S-430850,106,107.html

Lettera Amsi al Presidente del Consiglio dei Ministri per sollecitare soluzioni  riguardo il decreto del 15.07 riportata da giornali internazionale .


http://www.jaljulia.net/news.php?subaction=showfull&id=1309724439&archive=&start_from=&ucat=51&

  http://www.bokra.net/Articles/1138032/تعديلات_ايطاليا_على_القبول_للجامعات_تمس_بعرب_الـ_48.html

 per altre informazioni ed iscrizione all'Amsi  consultare il sito www.amsimed.it
Iscrizione alla mailing list dell'AMSI? inserite il vostro indirizzo e-mail nella prima pagina del sito AMSI

SPORTELLO AMSI

Continuano le consulenze dell'AMSI tramite e-mail amsi@libero.it, sito www.amsimed.it, tel. 06/23.07.030        06/23.23.09.88-2, cell. 328.4539162
e Face book sulla pagina dell'Amsi e Gruppo "Uniti per Unire " dove ci sono aggiornamenti continui sull'AMSI ed immigrazione in generale.



Segreteria Organizzativa AMSI
orari:  Martedì e Giovedì ore 10:00-12:00
Tel/ fax:  06/23.07.030        06/23.23.09.88-2   
   cell. 328.4539162

 Per ulteriori comunicazioni e-mail:  

Nessun commento: