www.tprf.org: La tua arma segreta (words by Prem Rawat)

Programma di Educazione alla Pace - TPRF



Discorso di Prem Rawat alla Settimana della Pace e della Solidarietà di Mazara del Vallo - 27 maggio 2011 - Video


"Determination, understanding and clarity have to be the fundamental foundations on which peace will be built."


"Not exclusion, but inclusion."


"The day our measurements are based on our similarities and not our differences is the day we will begin to lay the foundation for peace in this world."
Prem Rawat
Watch A message of Peace by Prem Rawat

Il Peace Education Program (PEP) ha lo scopo di aiutare i partecipanti a scoprire le risorse interiori che sono loro proprie, strumenti innati per vivere, come la forza interiore, la capacità di scelta e la speranza, esplorando anche la possibilità della pace personale.
Si tratta di un programma educativo nuovo, con un piano di studi che consiste in 10 video, ciascuno incentrato su un argomento specifico, presentato e facilitato da volontari. Questi seminari, adattabili e interattivi, sono non religiosi e non settari. Il contenuto di ciascun argomento si basa su brani tratti da discorsi pronunciati da Prem Rawat in tutto il mondo.
Presentazione del PEP (in italiano)

"Uno degli aspetti meravigliosi del ridere, della felicità, della gioia e della pace, è che sono cose contagiose. Diffondete questo sentimento contagioso di pace, il bisogno di pace, in questo mondo. È di questo che abbiamo bisogno nella nostra vita. La pace è una necessità, non è un lusso." Prem Rawat


sabato 23 luglio 2011

12-16 settembre, Marettimo (TP): International Summer School Migrants, Human Rights and Democracy


BANDO PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

      

International Summer School
migrants, human rights and democracy
3 cfu/3.0 ECTS credits

V Edition
Migrants, Cultural Identity and Media Representation

Isola di Marettimo (TP), 12-16 settembre 2011
c/o Marettimo Residence




Informazioni generali


            La V edizione della Summer School è promossa dal Dipartimento Dismot e dalla Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli studi di Palermo.
            Il Corso ha la durata di una settimana. Le lezioni si svolgeranno presso il Marettimo Residence, Isola di Marettimo (Trapani) aula conferenze.
            Possono partecipare i candidati in possesso di diploma di laurea quadriennale (vecchio ordinamento), oppure di laurea triennale, di laurea specialistica o di laurea magistrale (nuovo ordinamento). Sono altresì ammessi a partecipare coloro i quali siano in possesso di titolo di studio, anche conseguito presso Università straniere, ritenuto equipollente ai sensi della normativa italiana.
            Il Corso è limitato ad un numero di 50 partecipanti. Il corso non verrà attivato qualora vi siano meno di 20 domande di iscrizione. Qualora il numero delle domande presentate fosse superiore al numero massimo di posti disponibili, il Comitato scientifico provvederà, sulla base dei curricula, ad operare l’opportuna selezione, stilando una graduatoria a proprio insindacabile giudizio.

Obiettivi e finalità
            La Summer School intende fornire ai propri iscritti avanzate conoscenze specialistiche di carattere metodologico, culturale e professionale, di teoria generale e di applicazione concreta delle problematiche relative l’ambito tematico relativo a migranti/rifugiati, identià culturale e loro rappresentazione nei media. Il corso propone alcuni laboratori tematici e la partecipazione a tavole rotonde in cui esporre lavori di ricerca o casi-studio inviati. In particolare, il programma focalizzerà su:
  • Stereotipi dei migranti nei media
  • Rappresentazione delle differenze culturali
  • Razza e immigrazione nella comunità dei media
  • Media, migranti e religione
  • Migranti Rifugiati e diritti
  • Migranti e religione nell’era digitale
            Il programma definitivo del Corso sarà reso noto il 5 settembre. La Summer School è finalizzata alla formazione specialistica non solo di studiosi e ricercatori di livello superiore, ma anche al perfezionamento ed alla specializzazione di professionisti, operatori sociali in genere con conoscenze specifiche, tali da consentire loro di operare in tutti quei campi in cui siano richieste competenze in materia di immigrazione. Il Corso costituisce una preziosa opportunità per tutti coloro che desiderano ricevere una formazione specialistica sul fenomeno migratorio. 

Percorso formativo
Sono previsti workshops, laboratori di casi pratici e  tavole rotonde che si svolgeranno mattina e pomeriggio, da lunedì a venerdì. L’approccio multidisciplinare impiegato prevede una continua interazione tra i relatori e i partecipanti. È richiesta la partecipazione per tutta la durata della Summer School, al termine della quale sarà rilasciato un attestato di partecipazione.
            Ai partecipanti saranno forniti materiali didattici e casi di studio da risolvere sulla base della discussione svolta durante gli incontri. Lingue utilizzate: italiano e inglese. 

Servizi Vitto e alloggio 
            I partecipanti potranno usufruire di tariffe concordate con il Marettimo Residence per la sistemazione alberghiera, con i seguenti prezzi, a persona, a notte, inclusi prima colazione e light lunch: monolocale da 2 persone ( 35 euro a persona); bilocale da 3 persone (32 euro a persona); trilocale da 4 persone (28 euro a persona).

Modalità di Partecipazione
La domanda di ammissione alla Summer School indirizzata al Direttore, Prof. Aurelio Angelini, redatta su apposito modulo, deve essere consegnata insieme a: 
-          ricevuta di pagamento;
-          curriculum;
-          certificato di laurea in carta libera con l’indicazione del voto di laurea (oppure relativa autocertificazione);
-          fotocopia di un valido documento di riconoscimento;
-          copia della ricevuta della quota di iscrizione, pari ad euro 100,00 (cento/00), che deve essere versata  mediante bonifico bancario sul conto corrente del Dipartimento Dismot, Codice IBAN: IT22N0200804663000101358086, causale: “Iscrizione Summer School Migranti, Diritti Umani e Democrazia”.

 Attraverso una delle seguenti modalità:
-          all’indirizzo mail di  edigiovanni@unipa.it (accludendo ricevuta in digitale);
-          per posta raccomandata, al direttore della Scuola, prof. Aurelio Angelini, Facoltà di Scienze della Formazione, Edificio 15,  90128 Palermo;
-          per fax al numero 091 23860812, entro e non oltre il 2 agosto 2011.

            Per le domande inviate per posta farà fede il timbro postale di spedizione. Sulla busta occorre indicare la dicitura “Partecipazione Summer School Migranti, Diritti Umani e Democrazia”.
           
Il responsabile amministrativo del Corso è la Sig.ra Antonella Giaconia, presso il Dipartimento Dismot, Tel. 091/ 23896924.




         IL DIRETTORE
Prof. AURELIO ANGELINI




DOMANDA DI ISCRIZIONE

alla SUMMER SCHOOL
in
Migranti, Diritti Umani e Democrazia


Al Direttore della Summer School
                                                   MIGRANTI, DIRITTI UMANI E DEMOCRAZIA
Prof. Aurelio Angelini
Facoltà di Scienze della Formazione
Dipartimento Dismot
Edidicio 15
90128 PALERMO



            Il sottoscritto …………….   (Nome e Cognome),      nato a ………………..                     ,          il -----------------------, Codice Fiscale -----------------------------------------, residente a-----------------------,   in possesso di (titolo di lauera) ----------------------------------------------


CHIEDE


di iscriversi  alla SUMMER SCHOOL in
MIGRANTI, DIRITTI UMANI E DEMOCRAZIA
A tal fine, si allegano alla domanda:

1.      curriculum vitae et studiorum;
2.      certificato di laurea in carta libera con l’indicazione del voto di laurea (o autocertificazione);
3.      fotocopia di un valido documento di riconoscimento;

Data ----------------------------------
                                                                       firma ________________________





Interventi previsti

Martina Ambrosini, Università di Pisa
L’Islam nella stampa italiana: pregiudizio, paura, realtà

Deepika Varshney and Suman Lata, Aligarh Muslim University, Aligarh, India - Comparative Analysis of female immigration in Asia and India: an overview

Suman Lata and Deepika Varshney, Aligarh Muslim University, Aligarh, India -
World in motion: differential pattern of international migration

Tatiana-Roxana Nae, Academy Of Economic Studies, Bucharest, Romania
Romanian young highly educated migrants and their stereotype on media

Mario Giacomarra, Università di Palermo
La rappresentazione dei migranti nei media italiani

Lillo Fiorello, Università di Palermo
Migranti, rifugiati, CIE, espulsioni e diritti

Olga Oleinikova, Kyiv National Taras Shevchenko University, Ukraine
Labour migration as a realization instrument of Ukrainian labour migrants' life-course strategies

Antonella Elisa Castronovo, Università di Palermo
Migranti, media, issues politiche. Le rappresentazioni mediatiche nella “emergenza Lampedusa”

Anna Varfolomeeva, Central European University, Hungary
The Influence of December 2010 Conflict in Moscow on the Images of Migrants in Russian Press

Parivash Safaie, Islamic Azad University, Saveh Branch, Iran
Dissociation phenomena in emigrant and refugee women. The psychological consequences of emigration

Kseniya Savchenko, National University of Kyiv-Mohyla Academy, Ukraine
European democracy: the search of ways of efficient coexistence of migrants and indigenous people

Patricia E. Vega Sepúlveda, Pontificia Universidad Católica de Chile
L’approssimazione delle politiche sociali attuali per i trasmigranti del lavoro

Fulvio Vassallo Paleologo, Asgi – Università di Palermo
    Nuove migrazioni dal nord-africa: tra accoglienza e detenzione
   
Ana Afonso Rodriguez, Ceipes
Peace journalism

Vito Campo, Coordinam. Naz. Rifugiati e Migranti, Amnesty International - Sezione Italiana
Il rispetto dei diritti umani quale condizione imprescindibile dei flussi migratori

Elisabetta Di Giovanni, Università di Palermo
Migrant communities performing visual self-representation as construction of intercultural dialogue

Nessun commento: