www.tprf.org: La tua arma segreta (words by Prem Rawat)

Programma di Educazione alla Pace - TPRF



Discorso di Prem Rawat alla Settimana della Pace e della Solidarietà di Mazara del Vallo - 27 maggio 2011 - Video


"Determination, understanding and clarity have to be the fundamental foundations on which peace will be built."


"Not exclusion, but inclusion."


"The day our measurements are based on our similarities and not our differences is the day we will begin to lay the foundation for peace in this world."
Prem Rawat
Watch A message of Peace by Prem Rawat

Il Peace Education Program (PEP) ha lo scopo di aiutare i partecipanti a scoprire le risorse interiori che sono loro proprie, strumenti innati per vivere, come la forza interiore, la capacità di scelta e la speranza, esplorando anche la possibilità della pace personale.
Si tratta di un programma educativo nuovo, con un piano di studi che consiste in 10 video, ciascuno incentrato su un argomento specifico, presentato e facilitato da volontari. Questi seminari, adattabili e interattivi, sono non religiosi e non settari. Il contenuto di ciascun argomento si basa su brani tratti da discorsi pronunciati da Prem Rawat in tutto il mondo.
Presentazione del PEP (in italiano)

"Uno degli aspetti meravigliosi del ridere, della felicità, della gioia e della pace, è che sono cose contagiose. Diffondete questo sentimento contagioso di pace, il bisogno di pace, in questo mondo. È di questo che abbiamo bisogno nella nostra vita. La pace è una necessità, non è un lusso." Prem Rawat


martedì 17 maggio 2011

2-3-4 giugno, Lampedusa: Lampedusa Sùsiti. Solidarietà agli isolani, accoglienza ai profughi, riconoscenza ai soccorritori

Lampedusa: 2-3-4 giugno 2011

Fondazione O’Scià

Nazionale Italiana Cantanti e Associazione Artisti Amici

insieme per

Lampedusa Sùsiti

Solidarietà agli isolani, accoglienza ai profughi,

riconoscenza ai soccorritori



Un grande raduno-concerto a più voci e a più strumenti – venerdì 3 giugno, al porto di Cala Pisana – con Claudio Baglioni e un’intera squadra di interpreti, cantautori e musicisti, concerto anticipato da una partita di calcio amichevole di solidarietà tra la Nazionale Italiana Cantanti (nel trentennale della sua storia) e il Lampedusa Calcio (giovedì 2, presso il campo sportivo) e seguito – nella giornata di sabato 4 – da una serie di performance artistiche itineranti, nei luoghi più suggestivi e simbolici dell’isola.

Sono i momenti salienti di Lampedusa Sùsiti (in siciliano, “alzati, sollevati, tirati su”), la tre-giorni organizzata da Fondazione O’Scià e Claudio Baglioni insieme alla Nazionale Italiana Cantanti NIC e Associazione Artisti Amici AAA per trasmettere solidarietà agli isolani, accoglienza ai profughi e riconoscenza ai soccorritori.

La tre giorni – che prevederà, tra l’altro, un incontro di ringraziamento a quanti (Forze dell’Ordine, operatori del soccorso, organizzazioni internazionali, mediatori culturali, volontari) dedicano tempo, energie, passione e professionalità alla gente delle pelagie e al popolo di migranti e rifugiati – intende lanciare, all’Italia, all’Europa e a tutto il bacino del Mediterraneo, un messaggio di sostegno, partecipazione e speranza.

Molti tra gli artisti che eccezionalmente animeranno in team questo evento, hanno già portato, individualmente, la loro testimonianza a Lampedusa, in occasione delle edizioni della rassegna O’Scia’, la tradizionale settimana di musica e incontri che tra settembre e ottobre, vede i più grandi nomi dell’arte, della cultura e dello spettacolo italiani e internazionali riunirsi sull’isola, per promuovere il valore dell’integrazione e preservare l’immagine pubblica di una delle aree marine più belle del Mediterraneo e del mondo intero.

Lampedusa Sùsiti si avvale dell’indispensabile aiuto del Ministero dei Beni e Attività Culturali e di Blue Panorama.


Nessun commento: