www.tprf.org: La tua arma segreta (words by Prem Rawat)

Programma di Educazione alla Pace - TPRF



Discorso di Prem Rawat alla Settimana della Pace e della Solidarietà di Mazara del Vallo - 27 maggio 2011 - Video


"Determination, understanding and clarity have to be the fundamental foundations on which peace will be built."


"Not exclusion, but inclusion."


"The day our measurements are based on our similarities and not our differences is the day we will begin to lay the foundation for peace in this world."
Prem Rawat
Watch A message of Peace by Prem Rawat

Il Peace Education Program (PEP) ha lo scopo di aiutare i partecipanti a scoprire le risorse interiori che sono loro proprie, strumenti innati per vivere, come la forza interiore, la capacità di scelta e la speranza, esplorando anche la possibilità della pace personale.
Si tratta di un programma educativo nuovo, con un piano di studi che consiste in 10 video, ciascuno incentrato su un argomento specifico, presentato e facilitato da volontari. Questi seminari, adattabili e interattivi, sono non religiosi e non settari. Il contenuto di ciascun argomento si basa su brani tratti da discorsi pronunciati da Prem Rawat in tutto il mondo.
Presentazione del PEP (in italiano)

"Uno degli aspetti meravigliosi del ridere, della felicità, della gioia e della pace, è che sono cose contagiose. Diffondete questo sentimento contagioso di pace, il bisogno di pace, in questo mondo. È di questo che abbiamo bisogno nella nostra vita. La pace è una necessità, non è un lusso." Prem Rawat


martedì 16 marzo 2010

19 marzo, Palermo: Germania-Italia a confronto. Tra luoghi comuni e reali. Racconti di una giornalista siciliana a Berlino e di una giornalista tedesca a Palermo


Venerdì 19 marzo 2010 ore 17.30
Germania e Italia a confronto
Tra luoghi comuni e reali
Racconti di una giornalista siciliana a Berlino
e di una giornalista tedesca a Palermo

Tavola rotonda nell’ambito del progetto “va bene?!”

ingresso libero

Sala WendersGoethe-Institut Palermo
Cantieri Culturali alla Zisa
Via Paolo Gili, 4
Info: tel. 091 – 6528680
programma@palermo.goethe.org
www.goethe.de/palermo

Il progetto “Va bene?! La Germania in italiano. Italien auf Deutsch”, promosso dal Goethe-Institut Italien per rilanciare il dialogo tra Italia e Germania, prosegue a Palermo con una nuova iniziativa.

Il 19 marzo, presso i Cantieri Culturali alla Zisa alle ore 17.30, inaugura la mostra delle vignette satiriche realizzate per “Va bene?!”. Oltre trenta disegnatori dei due paesi sono stati invitati a esprimere il proprio personalissimo punto di vista sul complesso rapporto tra Italia e Germania. La mostra, che raccoglie opere di Altan, Vauro, Til Mette, Rudi Hurzlmeier e tanti altri, sarà inaugurata da una tavola rotonda sul tema “Germania e Italia a confronto. Tra luoghi comuni e reali”, per tracciare un bilancio dei primi mesi di “Va bene?!”

Le giornaliste Sabine Beikler del Tagesspiegel Berlin e Sara Scarafìa de La Repubblica di Palermo, che si sono scambiate la scrivania per un mese, sveleranno al pubblico risvolti inediti delle città che le hanno ospitate. Intervengono Roberto Alajmo, Marcello Benfante, Karl Hoffmann, la Direttrice del Goethe-Institut Italien Susanne Höhn, introdotti da Heidi Sciacchitano, Direttrice del Goethe-Institut di Palermo.

In occasione della tavola rotonda, sarà proiettato il breve film di animazione realizzato da Bruno Bozzetto per “Va bene?!”.

In due anni di iniziative in Italia e in Germania il progetto “Va bene?!”, promosso dal Goethe-Institut Italien in collaborazione con numerosi partner, coinvolgerà giornalisti, vignettisti e opinionisti dei due Paesi con l’obiettivo di bandire i luoghi comuni e riaccendere la curiosità reciproca. Il programma, tutte le notizie sulle iniziative, le vignette e gli articoli sono sul sito http://www.goethe.de/vabene

Il Goethe-Institut Palermo è presente anche su Facebook:
http://www.facebook.com/reqs.php#/group.php?gid=61745367919
http://www.facebook.com/reqs.php#/pages/Palermo-Italy/Goethe-Institut-Palermo/65912441775


Bookmark and Share

Nessun commento: