www.tprf.org: La tua arma segreta (words by Prem Rawat)

Pledge to Peace - Dichiarazione di Bruxelles - 28 novembre 2011



Discorso di Prem Rawat alla Settimana della Pace e della Solidarietà di Mazara del Vallo - 27 maggio 2011 - Video


"Determination, understanding and clarity have to be the fundamental foundations on which peace will be built."


"Not exclusion, but inclusion."


"The day our measurements are based on our similarities and not our differences is the day we will begin to lay the foundation for peace in this world."
Prem Rawat
Watch A message of Peace by Prem Rawat

Il Peace Education Program (PEP) ha lo scopo di aiutare i partecipanti a scoprire le risorse interiori che sono loro proprie, strumenti innati per vivere, come la forza interiore, la capacità di scelta e la speranza, esplorando anche la possibilità della pace personale.
Si tratta di un programma educativo nuovo, con un piano di studi che consiste in 10 video, ciascuno incentrato su un argomento specifico, presentato e facilitato da volontari. Questi seminari, adattabili e interattivi, sono non religiosi e non settari. Il contenuto di ciascun argomento si basa su brani tratti da discorsi pronunciati da Prem Rawat in tutto il mondo.
Presentazione del PEP (in italiano)

"Uno degli aspetti meravigliosi del ridere, della felicità, della gioia e della pace, è che sono cose contagiose. Diffondete questo sentimento contagioso di pace, il bisogno di pace, in questo mondo. È di questo che abbiamo bisogno nella nostra vita. La pace è una necessità, non è un lusso." Prem Rawat


martedì 10 gennaio 2012

Stranieri: Visto per volontariato

di Lara Aisha Bisconzo

E’ passata un po’ sotto tono la notizia della nuova possibilità offerta dallo Stato italiano di cui potranno da ora in avanti beneficiare i cittadini extracomunitari.
Stiamo parlando del “Visto per volontariato”, che permetterebbe a chi è intenzionato a svolgere attività benefiche sul territorio di entrare in Italia per un periodo non superiore ad un anno.
Un’opportunità però forse non perfettamente regolata, in quanto, come sottolinea il sito csvtv.it che si occupa appunto del No-Profit, non tiene conto di alcuni fattori importanti.
Nello specifico, potranno usufruire di questa possibilità giovani stranieri di età compresa dai 20 ai 30 anni, che non presentino caratteristiche che potrebbero far pensare un futuro rischio di clandestinità e che previamente hanno stipulato un accordo con
  • associazioni di promozione sociale iscritte nel registro nazionale
  • ong legalmente riconosciute
  • enti ecclesiastici legalmente riconosciuti.
La carenza più significativa sottolineata dal sito sopracitato è proprio quella che non possono al momento usufruire di eventuali collaborazioni proprio gli enti che probabilmente ne avrebbero maggiormente bisogno, ovvero le associazioni di volontariato stesse.
Gli altri organi sopracitati oltre a stipulare una convenzione apposita ove dovranno essere citati con precisione mansioni, orari, inquadramento, risorse stanziate previste per il sostentamento dei volontari durante il periodo  previsto, saranno inoltre responsabili del pagamento di una polizza assicurativa per coprire eventuali spese sanitarie o danni nei confronti di terzi che potrebbero essere causati durante l’attività prevista.
Il visto, che dovrà essere richiesto tramite apposita domanda allo Sportello Unico per l’Immigrazione, verrà a sua volta rilasciato telematicamente dallo stesso.
Purtroppo al momento il legale del sito stranieriinitalia.it sottolinea il fatto che, nonostante il decreto sia stato approvato e reso operativo dal 01/12/2011 (data della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale), non vi siano ancora informazioni sulle quote d’entrata stabilite dal Ministero e nemmeno i moduli da compilare on line.
Un’ottima opportunità da sfruttare quindi, ma ancora puramente virtuale.
Leggi il decreto integrale
Per ulteriori informazioni:
Ministero degli Affari Esteri
Piazzale della Farnesina, 1 – 00135 Roma
centralino: 06.36911
www.esteri.it

Nessun commento: