www.tprf.org: La tua arma segreta (words by Prem Rawat)

Programma di Educazione alla Pace - TPRF



Discorso di Prem Rawat alla Settimana della Pace e della Solidarietà di Mazara del Vallo - 27 maggio 2011 - Video


"Determination, understanding and clarity have to be the fundamental foundations on which peace will be built."


"Not exclusion, but inclusion."


"The day our measurements are based on our similarities and not our differences is the day we will begin to lay the foundation for peace in this world."
Prem Rawat
Watch A message of Peace by Prem Rawat

Il Peace Education Program (PEP) ha lo scopo di aiutare i partecipanti a scoprire le risorse interiori che sono loro proprie, strumenti innati per vivere, come la forza interiore, la capacità di scelta e la speranza, esplorando anche la possibilità della pace personale.
Si tratta di un programma educativo nuovo, con un piano di studi che consiste in 10 video, ciascuno incentrato su un argomento specifico, presentato e facilitato da volontari. Questi seminari, adattabili e interattivi, sono non religiosi e non settari. Il contenuto di ciascun argomento si basa su brani tratti da discorsi pronunciati da Prem Rawat in tutto il mondo.
Presentazione del PEP (in italiano)

"Uno degli aspetti meravigliosi del ridere, della felicità, della gioia e della pace, è che sono cose contagiose. Diffondete questo sentimento contagioso di pace, il bisogno di pace, in questo mondo. È di questo che abbiamo bisogno nella nostra vita. La pace è una necessità, non è un lusso." Prem Rawat


giovedì 2 dicembre 2010

Carta di soggiorno, test d’italiano obbligatorio

Gli stranieri che vogliono restare a lungo in Italia dovranno conoscere la nostra lingua: a partire dal 9 dicembre prossimo il superamento del test sarà obbligatorio per chiedere il permesso di soggiorno CE, in pratica la carta di soggiorno.

Lo ha stabilito il decreto firmato il 4 giugno 2010 dai ministri dell’Interno e dell’Istruzione Roberto Maroni e Maria Stella Gelmini e che ora entra in vigore. Il Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione del Viminale ha messo a punto una procedura telematica: gli immigrati che vogliono il documento dovranno prima chiedere alla prefettura di partecipare a questo esame inoltrando la domanda all’indirizzo web www.testitaliano.interno.it (che al momento, però, non è attivo).

Entro 60 giorni, se tutti i requisiti saranno in regola, lo straniero sarà convocato per sapere data e luogo della prova che si basa sulla comprensione di frasi ed espressioni dell’italiano comune e di brevi testi. L’immigrato dovrà dimostrare un livello di conoscenza A2 dell’italiano, nel quadro di riferimento europeo: in pratica un italiano base con cui farsi capire al bar, negli uffici, al supermercato. Anche il risultato si saprà on line allo stesso indirizzo a cui si inviano le domande. L’esame sarà superato se lo straniero risponderà in modo corretto all’80% dei quesiti: solo in questo caso potrà presentare la domanda per ottenere la carta di soggiorno.

Per tutte le informazioni clicca qui


di CS (30 novembre 2010)



Nessun commento: