www.tprf.org: La tua arma segreta (words by Prem Rawat)

Programma di Educazione alla Pace - TPRF



Discorso di Prem Rawat alla Settimana della Pace e della Solidarietà di Mazara del Vallo - 27 maggio 2011 - Video


"Determination, understanding and clarity have to be the fundamental foundations on which peace will be built."


"Not exclusion, but inclusion."


"The day our measurements are based on our similarities and not our differences is the day we will begin to lay the foundation for peace in this world."
Prem Rawat
Watch A message of Peace by Prem Rawat

Il Peace Education Program (PEP) ha lo scopo di aiutare i partecipanti a scoprire le risorse interiori che sono loro proprie, strumenti innati per vivere, come la forza interiore, la capacità di scelta e la speranza, esplorando anche la possibilità della pace personale.
Si tratta di un programma educativo nuovo, con un piano di studi che consiste in 10 video, ciascuno incentrato su un argomento specifico, presentato e facilitato da volontari. Questi seminari, adattabili e interattivi, sono non religiosi e non settari. Il contenuto di ciascun argomento si basa su brani tratti da discorsi pronunciati da Prem Rawat in tutto il mondo.
Presentazione del PEP (in italiano)

"Uno degli aspetti meravigliosi del ridere, della felicità, della gioia e della pace, è che sono cose contagiose. Diffondete questo sentimento contagioso di pace, il bisogno di pace, in questo mondo. È di questo che abbiamo bisogno nella nostra vita. La pace è una necessità, non è un lusso." Prem Rawat


lunedì 26 ottobre 2009

28 ottobre, Palermo: presentazione Dossier statistico Caritas/Migrantes, Comunicato stampa e programma


DOSSIER STATISTICO IMMIGRAZIONE 2009




Immigrazione: conoscenza e solidarietà



Palermo, mercoledì 28 ottobre 2009 - ore 10.00







COMUNICATO STAMPA

Mercoledì 28 ottobre, alle ore 10.00, a Palermo presso l’Aula dell’Accademia delle Scienze Mediche - Policlinico Universitario “P. Giaccone”, via Del Vespro n. 129 sarà presentata la 19ª edizione del Dossier Statistico Immigrazione, realizzato a cura di Caritas di Roma, Caritas Italiana e Fondazione Migrantes, con i contributi di numerose Caritas diocesane, Associazioni e Organizzazioni internazionali e nazionali.

La presentazione sarà introdotta dalla proiezione del video realizzato da “Rai News 24”. Dopo i saluti iniziali da parte del Prof. Alfredo SALERNO, Presidente dell’Accademia delle Scienze Mediche di Palermo e di S.E. Mons. Carmelo CUTTITTA, Vescovo Ausiliare di Palermo e Segretario Generale della C.E.Si., seguirà la relazione introduttiva del Diac. Santino TORNESI, Direttore dell’Ufficio Regionale per le Migrazioni della C.E.Si., che presenterà il contesto nazionale e regionale alla luce del nuovo rapporto. Subito dopo interverranno: la Dott.ssa Caterina CHINNICI, Assessore alla Famiglia e alle Politiche Sociali della Regione Sicilia; Mons. Benedetto GENUALDI, Direttore della Caritas diocesana di Palermo; il Dott. Mario AFFRONTI, Presidente della S.I.M.M. - Società Italiana di Medicina delle Migrazioni. Coordinerà gli interventi il Dott. Nino ARENA, giornalista del quotidiano “La Sicilia”.

Il volume, 50 capitoli e 512 pagine, è strutturato in cinque parti: il contesto internazionale ed europeo, gli stranieri presenti in Italia, l’inserimento socio-culturale, il mondo del lavoro e i contesti regionali.

Come ogni anno, viene dedicato un capitolo ai rifugiati e al sistema di protezione approntato dal nostro Paese. Vengono commentati i dati sui vari aspetti del fenomeno migratorio, con riferimento sia alla storia di singole collettività immigrate, sia a temi culturali, socio-economici e religiosi di carattere innovativo, oltre che alle recenti modifiche normative.

Lo slogan “Immigrazione: conoscenza e solidarietà” viene ben spiegato nelle pagine introduttive del Dossier: “anche se una più adeguata conoscenza non sempre garantisce un migliore atteggiamento, resta vero che la mancanza di conoscenza produce sempre seri danni”.

Dunque, il Dossier, così come ha fatto in tutti questi anni, continua ad essere uno strumento di servizio per curare un attento monitoraggio statistico delle problematiche più rilevanti collegate al fenomeno dell’immigrazione e a stimolare il dibattito politico e civile; il suo intento è di far conoscere i dati al maggior numero di persone e di farli porre alla base del ragionamento e delle scelte per favorire orientamenti più condivisi. L’immigrazione è iscritta nella nostra storia, una storia da assecondare e dirigere senza cercare di arrestarla; occuparcene non ci penalizza ma ci arricchisce.

Nello stesso giorno e alla stessa ora il Dossier sarà presentato anche ad Alessandria, Aosta, Asti, Bari, Bologna, Bolzano, Cagliari, Crotone, Cuneo, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Padova, Pesaro, Pescara, Roma, Siracusa, Terni, Torino, Trento, Trieste, Urbino, Venezia e Verona.

A quanti lo richiederanno, a conclusione dei lavori, verrà rilasciato l’attestato di partecipazione.

Per informazioni: Diacono Santino TORNESI
cell. 338.2017995 fax 090.6684212
e-mail:
migrantes.me@tiscali.it


P R O G R A M M A

Proiezione
- Video Rai New 24 sul “Dossier 2009”

Saluti
- Prof. Alfredo SALERNO, Presidente dell’Accademia delle
Scienze Mediche di Palermo

- Mons. Carmelo CUTTITTA, Vescovo Ausiliare di Palermo e Segretario Generale della C.E.Si.

Relazione introduttiva
- Diac. Santino TORNESI, Direttore dell’Ufficio Regionale per le
Migrazioni della C.E.Si.

Interventi
- Dott.ssa Caterina CHINNICI, Assessore alla Famiglia e alle
Politiche Sociali della Regione Sicilia

- Mons. Benedetto GENUALDI, Direttore della Caritas di Palermo

- Dott. Mario AFFRONTI, Presidente della S.I.M.M. - Società Italiana di Medicina delle Migrazioni

Coordina
- Dott. Nino ARENA, giornalista del quotidiano “La Sicilia”

Il “Dossier Statistico Immigrazione 2009” (512 pagine e più di 100 autori) verrà distribuito gratuitamente, fino ad esaurimento copie, ai partecipanti.
Sono state predisposte schede che raccolgono i punti salienti, sia a livello nazionale che regionale, del nuovo rapporto. Previa richiesta, ai partecipanti verrà rilasciato l’attestato di partecipazione.


Bookmark and Share



Nessun commento: