www.tprf.org: La tua arma segreta (words by Prem Rawat)

Programma di Educazione alla Pace - TPRF



Discorso di Prem Rawat alla Settimana della Pace e della Solidarietà di Mazara del Vallo - 27 maggio 2011 - Video


"Determination, understanding and clarity have to be the fundamental foundations on which peace will be built."


"Not exclusion, but inclusion."


"The day our measurements are based on our similarities and not our differences is the day we will begin to lay the foundation for peace in this world."
Prem Rawat
Watch A message of Peace by Prem Rawat

Il Peace Education Program (PEP) ha lo scopo di aiutare i partecipanti a scoprire le risorse interiori che sono loro proprie, strumenti innati per vivere, come la forza interiore, la capacità di scelta e la speranza, esplorando anche la possibilità della pace personale.
Si tratta di un programma educativo nuovo, con un piano di studi che consiste in 10 video, ciascuno incentrato su un argomento specifico, presentato e facilitato da volontari. Questi seminari, adattabili e interattivi, sono non religiosi e non settari. Il contenuto di ciascun argomento si basa su brani tratti da discorsi pronunciati da Prem Rawat in tutto il mondo.
Presentazione del PEP (in italiano)

"Uno degli aspetti meravigliosi del ridere, della felicità, della gioia e della pace, è che sono cose contagiose. Diffondete questo sentimento contagioso di pace, il bisogno di pace, in questo mondo. È di questo che abbiamo bisogno nella nostra vita. La pace è una necessità, non è un lusso." Prem Rawat


giovedì 7 ottobre 2010

Sulla questione rifugiati in Libia

QUESTIONE RIFUGIATI IN LIBIA

Ieri pomeriggio vi è stato un incontro tra il C.I.R. (Consiglio Italiano per i Rifugiati) e il Ministro dell’Interno Maroni con all’ordine del giorno la situazione dei migranti e rifugiati in Libia.

Riteniamo importante riportare le conclusioni di questo incontro.

Il CIR ha chiesto ed ottenuto dal Ministro Maroni, il sostegno del Ministero dell’Interno per mantenere la sua presenza e le sue attività in Libia. Maroni da parte sua ha ribadito che tutta la questione dei rifugiati in Libia dovrà essere una azione congiunta con l’Unione Europea ed ha ricordato l’importanza dell’Ufficio dell’Unione Europea di supporto al sistema asilo con sede a Malta, la cui apertura è prevista entro la fine dell’anno.

Va ricordato che la Commissione europea ha recentemente approvato un’azione che il CIR deve realizzare nei prossimi tre anni in Algeria e che è finalizzata a migliorare le condizioni di rifugiati e migranti. Il progetto cofinanziato dal Ministero dell’Interno, sarà attuato in partenariato con l’UNHCR Algeri, l’Unione Forense per la tutela dei diritti dell’Uomo e la Commissione algerina per la tutela dei diritti umani.

Notizia a cura di:
COMUNE DI PALERMO - Settore servizi Socioassistenziali
Centro studi e Documentazione sulle Migrazioni
centrostudi.migrazioni@comune.palermo.it
Progetto “Osservatorio giuridico-legislativo sulle migrazioni”


Nessun commento: