www.tprf.org: La tua arma segreta (words by Prem Rawat)

Programma di Educazione alla Pace - TPRF



Discorso di Prem Rawat alla Settimana della Pace e della Solidarietà di Mazara del Vallo - 27 maggio 2011 - Video


"Determination, understanding and clarity have to be the fundamental foundations on which peace will be built."


"Not exclusion, but inclusion."


"The day our measurements are based on our similarities and not our differences is the day we will begin to lay the foundation for peace in this world."
Prem Rawat
Watch A message of Peace by Prem Rawat

Il Peace Education Program (PEP) ha lo scopo di aiutare i partecipanti a scoprire le risorse interiori che sono loro proprie, strumenti innati per vivere, come la forza interiore, la capacità di scelta e la speranza, esplorando anche la possibilità della pace personale.
Si tratta di un programma educativo nuovo, con un piano di studi che consiste in 10 video, ciascuno incentrato su un argomento specifico, presentato e facilitato da volontari. Questi seminari, adattabili e interattivi, sono non religiosi e non settari. Il contenuto di ciascun argomento si basa su brani tratti da discorsi pronunciati da Prem Rawat in tutto il mondo.
Presentazione del PEP (in italiano)

"Uno degli aspetti meravigliosi del ridere, della felicità, della gioia e della pace, è che sono cose contagiose. Diffondete questo sentimento contagioso di pace, il bisogno di pace, in questo mondo. È di questo che abbiamo bisogno nella nostra vita. La pace è una necessità, non è un lusso." Prem Rawat


giovedì 14 maggio 2009

5-6 giugno: seminari di alta formazione su MGF - Mutilazioni Genitali Femminili

UCODEP. SEGNI INVISIBILI, COORDINAMENTO ITALIANO PER I DIRITTI DEGLI STRANIERI A VIVERE IN FAMIGLIA, in collaborazione con la S.I.M.M. Società Italiana di Medicina delle Migrazioni
Seminario di Alta Formazione
Promosso dal Dipartimento delle Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio

Palermo, marzo - giugno 2009

PROGRAMMA

Le problematiche legate al benessere delle famiglie di origine straniera coinvolgono sempre più in modo non episodico i servizi pubblici e privati che a diverso titolo ne hanno la cura: dalla salute, all’educazione, dal sostegno nelle emergenze alla coesione e partecipazione sociale. Il tema delle Mutilazioni Genitali Femminili - benché non sia il più assillante, anche per l’esiguo numero di famiglie che vi possono essere coinvolte – è per sua natura talmente delicato e complesso da richiedere necessariamente un approccio convergente da parte dei diversi attori sociali e istituzionali: solo l’integrazione coerente tra le diverse dimensioni del tema della salute e del benessere della famiglia in emigrazione può permettere di costruire invece di distruggere.

Il percorso si articola 4 Seminari tematici, da realizzare prima della fine di Giugno 2009, in riferimento al benessere delle famiglie straniere immigrate, con una particolare attenzione agli aspetti antropologici, socio sanitari, educativi e legali.

Il risultato finale che cerchiamo di conseguire è la creazione di una rete (formale o informale) tra responsabili e operatori dei servizi che permetta di monitorare in modo permanente le problematiche legate al benessere famigliare in immigrazione e di intervenire su questioni particolarmente delicate e complesse – come i casi di MGF - in modo coordinato e sinergico.

Venerdì 20 marzo
Indagine statistica sull’anagrafe di Palermo – L’approccio interculturale – La mediazione interculturale (4 ore)
Rel. Gioacchino Lavanco, Germano Garatto e Roberto Mazzarella

Venerdì 17 aprile
Approccio medico legale delle MGF in Italia e l’impatto sul servizio della mediazione culturale (dalle ore 9 alle ore 13)
Rel. Fiorino, Livio Milone e Mario Affronti

Venerdì 15 maggio
Approccio antropologico: il significato delle MGF nelle società africane dove sono praticate e il benessere famigliare in emigrazione (dalle ore 9 alle ore 13)
Rel. Mara Mabilia e Germano Garatto
Sede: Centro Astalli, C.E.I. Via Piersanti Mattarella n. 38 - Palermo

Venerdì 5 e sabato 6 giugno
Approccio operativo: costruzione di interventi di prevenzione e di mediazione tra famiglie e servizi su situazioni delicate e complesse, come i casi di MGF (8 ore)
Coordinatore, Germano Garatto
Evento finale del Progetto “Segni invisibili” a Palermo

Per contatti e iscrizioni, rivolgersi al Dott. Mario Affronti
091 6552981 – 2862
affronti@unipa.it

Nessun commento: