www.tprf.org: La tua arma segreta (words by Prem Rawat)

Programma di Educazione alla Pace - TPRF



Discorso di Prem Rawat alla Settimana della Pace e della Solidarietà di Mazara del Vallo - 27 maggio 2011 - Video


"Determination, understanding and clarity have to be the fundamental foundations on which peace will be built."


"Not exclusion, but inclusion."


"The day our measurements are based on our similarities and not our differences is the day we will begin to lay the foundation for peace in this world."
Prem Rawat
Watch A message of Peace by Prem Rawat

Il Peace Education Program (PEP) ha lo scopo di aiutare i partecipanti a scoprire le risorse interiori che sono loro proprie, strumenti innati per vivere, come la forza interiore, la capacità di scelta e la speranza, esplorando anche la possibilità della pace personale.
Si tratta di un programma educativo nuovo, con un piano di studi che consiste in 10 video, ciascuno incentrato su un argomento specifico, presentato e facilitato da volontari. Questi seminari, adattabili e interattivi, sono non religiosi e non settari. Il contenuto di ciascun argomento si basa su brani tratti da discorsi pronunciati da Prem Rawat in tutto il mondo.
Presentazione del PEP (in italiano)

"Uno degli aspetti meravigliosi del ridere, della felicità, della gioia e della pace, è che sono cose contagiose. Diffondete questo sentimento contagioso di pace, il bisogno di pace, in questo mondo. È di questo che abbiamo bisogno nella nostra vita. La pace è una necessità, non è un lusso." Prem Rawat


domenica 23 agosto 2009

MEDITERRANEAONLINE, la rivista di cultura mediterranea presenta LA SESSUALITA' MEDITERRANEA



presenta

La sessualità mediterranea

L'argomento di luglio-agosto 2009 vuole essere una naturale prosecuzione del numero di giugno, che si è occupato della Condizione della donna nei Paesi del Mediterraneo.
In questo numero ci siamo impegnati a descrivere la Sessualità femminile nel Mediterraneo.

La nostra sessualità è una parte importantissima della nostra vita privata e sociale insieme. Come vive la propria sessualità una donna, una ragazza che vive in questa parte del mondo? Quali sono i limiti e le libertà che si possono riscontrare oggi? Come affrontare il discorso dell'emancipazione? Cosa scrivono le donne sulla propria sessualità? E l'arte e il cinema, la musica e l'economia? Come difendersi dagli abusi sessuali?

Abbiamo cercato di scrivere, in una forma leggera, racconti della sfera sessuale della donna nel Mediterraneo. Partendo dalla Sardegna e i suoi usi e costumi antichi, dalle ingerenze della chiesa nella vita intima della coppia ma soprattutto le raccomandazioni per la donna.

Nel matrimonio a Sa sardisca, raccontato da Claudia Zedda, si nota l'antica importanza della sessualità per gli affari familiari, sia per quanto riguarda il matrimonio sia nell'uso della prostituzione.

Se invece passiamo alla Tunisia di Miriam Dhouib, scopriamo che le donne parlano di se stesse in termini problematici, qualcosa che somiglia forse ai discorsi femministi del 68 europeo...

Con Tommaso Palmieri ci muoviamo nell'ambito letterario con un testo molto interessante di F. Mernissi, “L’Harem e l’Occidente”, dove si prova a svelare i luoghi comuni nell'immaginario collettivo sulla sessualità del mondo arabo.

Si rimane nel mondo arabo, e precisamente in Egitto con il pezzo di Cristina Giudice, che scrive di sessualità e religioni, attraverso gli occhi dell'Islam e del Cristianesimo. Un'analisi molto intrigante e veritiera delle posizioni religiose e sociali nelle diverse culture. L'Islam vede il sesso come parte integrante della felicità coniugale, al contrario il cristianesimo mortifica la donna, “in primis”, e il suo diritto al piacere sessuale. Il matrimonio resta per entrambe le culture una necessità inderogabile, dopodiché è concesso tutto, si legga a proposito dell'antica usanza dei "matrimoni a tempo determinato".

L'intervento di un luminare della scienza, Giuseppe Santa Cruz, ci aiuta a vedere la sessualità violata, in un modo che definirei popolare. Ossia discutere di un argomento così importante in un modo che tutti capiscano, e solo chi ha un'altissima competenza e professionalità può farlo.

Scopriamo però anche i sapori della tavola legati alla sessualità, che per molti anni viene vissuta solo attraverso il matrimonio. Il cibo legato alla cerimonia nuziale rimanda alle usanze private della coppia, sono di buon augurio di una felice relazione e procreazione, come il confetto alle mandorle, ma soprattutto i pani cerimoniali della tradizione sarda. Bianchissimi, così da ricordare la purezza, disegnati con molte forme così da divenire vere opere d'arte.

Con Silvia Nebbia conosciamo l'ultima opera di Saviano, dove ci svela anche le abitudini sessuali delle donne di camorra.

Con Cinzia Olianas facciamo un viaggio nella storia della sessualità tra gli antichi romani e greci.

Con Veronica Paniccia un viaggio nell'ottocento europeo, dove le cortigiane tentavano di liberarsi trasgredendo, e guadagnando, parecchio...

Nell'articolo di Paolo Sigura si affronta il discorso sulla prostituzione e l'interesse economico che deriva da un mercato globale dei corpi. Un pezzo che apre gli occhi sulla globalizzazione del sesso. Un'industria che non conosce crisi, e dove addirittura il mercato del sesso diventa parte integrante della bilancia economica di molti Paesi (le donne che si prostituiscono nei Paesi ricchi spediscono i loro soldi nei loro Paesi d'origine).

La musica che parla di sessualità, un tema affrontato da Ivano Steri, che fa un excursus del cambiamento sociale attraverso i testi delle canzoni. Dagli anni '50 ad oggi si può notare la qualità dell'emancipazione femminile in Italia.

La sessualità vista attraverso le più belle opere d'arte nel bel pezzo di Claudia Santa Cruz. Un viaggio affascinante e ricco di spunti positivi, che ci fa conoscere lo sviluppo della libertà di espressione fino ai giorni nostri.

Un viaggio che ci fa conoscere un aspetto fondamentale della nostra vita, attraverso molti occhi. Ci si abitua a leggere e vivere aspetti nuovi di un argomento antico quanto l'umanità. La sessualità è un concetto che viene studiato dalla psicologia, dalla sociologia e dalla medicina, dalla filosofia e dalla poesia. Concetto che affascina e imbarazza, che emoziona e che rende felici, quando è vissuta in libertà...

Buona lettura

http://www.mediterraneaonline.eu/it

2 commenti:

La Casa ha detto...

Troppo interessante....grazie per averlo condiviso...

g. murru ha detto...

Grazie per la pubblicazione dell'editoriale del numero di luglio/agosto di mediterranea. Spero che piaccia, e che crei un dibattito forte!