www.tprf.org: La tua arma segreta (words by Prem Rawat)

Programma di Educazione alla Pace - TPRF



Discorso di Prem Rawat alla Settimana della Pace e della Solidarietà di Mazara del Vallo - 27 maggio 2011 - Video


"Determination, understanding and clarity have to be the fundamental foundations on which peace will be built."


"Not exclusion, but inclusion."


"The day our measurements are based on our similarities and not our differences is the day we will begin to lay the foundation for peace in this world."
Prem Rawat
Watch A message of Peace by Prem Rawat

Il Peace Education Program (PEP) ha lo scopo di aiutare i partecipanti a scoprire le risorse interiori che sono loro proprie, strumenti innati per vivere, come la forza interiore, la capacità di scelta e la speranza, esplorando anche la possibilità della pace personale.
Si tratta di un programma educativo nuovo, con un piano di studi che consiste in 10 video, ciascuno incentrato su un argomento specifico, presentato e facilitato da volontari. Questi seminari, adattabili e interattivi, sono non religiosi e non settari. Il contenuto di ciascun argomento si basa su brani tratti da discorsi pronunciati da Prem Rawat in tutto il mondo.
Presentazione del PEP (in italiano)

"Uno degli aspetti meravigliosi del ridere, della felicità, della gioia e della pace, è che sono cose contagiose. Diffondete questo sentimento contagioso di pace, il bisogno di pace, in questo mondo. È di questo che abbiamo bisogno nella nostra vita. La pace è una necessità, non è un lusso." Prem Rawat


domenica 2 dicembre 2012

4 dicembre, Palermo: "La scuola non tratta". Corso di formazione per docenti



“LA SCUOLA NON TRATTA”
CORSO DI FORMAZIONE PER DOCENTI
MARTEDÌ 4 DICEMBRE 2012
I.I.S.S. “A. VOLTA”
VIALE DEI PICCIOTTI 1, PALERMO

L’iniziativa è sostenuta dall’USR SICILIA - Prot. 17822 del 9/12/2012

IL CORSO DI 8 ORE SEGUIRÀ IL SEGUENTE PROGRAMMA:

Accoglienza e registrazione

Ore 9.00 – 9.30: Saluti istituzionali
Roberto Tripodi, Dirigente Scolastico dell’I.I.S.S. “A. Volta” Palermo
Maria Luisa Altomonte, Direttore Generale Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia

Ore 9.30 – 10.00: Aspetti psico-educativi della violenza sui minori
Relatore: Maurizio Gentile

Ore 10.00 – 10.30: Che “Genere” di scuola. Perché la Tratta è un problema di genere
Relatrice: Stella Bertuglia

Ore 10. 30 – 11.00: Donne nella politica e nelle istituzioni: una buona pratica per cambiare
Relatrice: Daniela Dioguardi

Ore 11.00 – 11.30 - Pausa

Ore 11.30 – 12.00: Storia della schiavitù. Dalla schiavitù alla tratta di esseri umani: mafie, razzismo e/o
maschilismo?
Relatore: Nino Rocca

Ore 12.00 – 12.30: “Noi Uomini Italiani: di che si “tratta”?
Relatore: Gianguido Palumbo-Paggi

Ore 12.30 – 13.00: Istruzione ed educazione allo sviluppo, mondialità, tratta per una didattica consapevole
Relatore: Sergio Cipolla
Interverrà Caterina Fasone, Referente Pari Opportunità-Differenza di genere-Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia.

Dibattito

Ore 13.30 – 14.30 - Pausa pranzo

Ore 14.30 – 17.00: Laboratori esperienziali:
- Presentazione del materiale da utilizzare con le/gli allieve/i
- Simulazioni dei laboratori da realizzare con le/gli allieve/i
- Presentazione della scheda da utilizzare per l’auto-valutazione
- Incontro con esperti operatrici/tori di strada

Gli incontri per le/gli studenti presso le scuole dei docenti che hanno realizzato il percorso di in-formazione saranno attivati dal mese di gennaio al mese di marzo 2013 con una verifica finale nel mese di aprile 2013.

Coordinamento Antitratta “Favour e Loveth” di Palermo

Responsabili del gruppo in-formazione e sensibilizzazione Stella Bertuglia e Pasqua de Candia

Il materiale didattico corredato di schede, item, schede di monitoraggio, ecc. è stato realizzato da Stella Bertuglia, tranne per le schede su:
Le storie delle ragazze vittime della tratta Lena a, nigeriane b, Ngun Chai c, albanesi d
La natura del problema tratta
Le cause della tratta
I meccanismi e le tecniche della tratta tratte dal quaderno di lavoro: Traffico delle Donne e dei Bambini, comitato editoriale Suor Bernadette Sangma, FMA e Suor Patricia Murry, IBVM, traduzione Andrea Salacone, prodotto da Istituto Salesiano Pio IX - 2002

***********************************



Il problema della Tratta di esseri umani* riguarda tutte/i noi: nuove mafie, potentissime organizzazioni criminali, operano da circa 20 anni sia in Italia che in Europa, schiavizzando e sfruttando, soprattutto nel mercato del sesso, giovani donne di diversa nazionalità, provenienti per lo più dalla Nigeria, dall’Europa dell’Est, dall’Albania, da vari paesi dell’Africa.
A Palermo si calcola che solo la mafia nigeriana ha un profitto annuo di circa 10 milioni di euro. In Italia, con 6000 ragazze per strada, si arriva a oltre 300 milioni di euro. Inoltre, si registra sempre più la presenza di ragazze sempre più giovani, spesso minorenni tra le schiave, mentre i clienti sono in una fascia di età dai 14 ai 75 anni e di ogni ceto sociale; ad oggi le statistiche indicano che in Italia 1 uomo su 3 consuma sesso a pagamento. Alla luce di questa drammatica situazione, la scuola non può esimersi, in quanto educatrice, dall’in-formare e far riflettere su questa lotta alle nuove mafie oggi veicolata da messaggi circoscritti soprattutto all’ordine pubblico e al decoro sociale, come i mass-media correntemente cercano di definirlo, con espressioni come “il mestiere più antico del mondo”, omettendo la tragica realtà della schiavitù di esseri umani, depistando, così, la coscienza collettiva.
A seguito della morte di due ragazze nigeriane ventenni, Favour Nike Adekunle (nel dicembre 2011) e Loveth Edward (nel febbraio 2012), l’una uccisa da un cliente e l’altra, trovata morta una domenica mattina nel centro di Palermo accanto ai cassonetti dell’immondizia, la società civile è scesa in campo istituendo un Coordinamento che ha preso il nome di Favour e Loveth, costituito da quasi trenta associazioni palermitane** di volontariato e non.
La scuola, in quanto luogo di cultura e crescita intellettuale delle/dei future/i cittadine/i, non può essere esclusa sia dalla lotta alle nuove mafie che dalla riflessione sulla tratta. Inoltre, tale riflessione assume due aspetti fondamentali nella crescita della “persona” cui la scuola educa: l’Affettività e la coscienza di Genere.
Il Coordinamento Antitratta “Favour e Loveth”**, tra le prioritarie attività sociali che si propone, individua nelle scuole il luogo principale per la prevenzione e la lotta contro tali fenomeni, pertanto, propone a tutte/i le/i docenti delle scuole secondarie di I° e II° grado di Palermo un corso gratuito di in-formazione sulla questione tratta di esseri umani e a tutte/i le/gli studenti di poter incontrare esperte/i operatrici/tori di strada presso le proprie scuole.

Coordinamento Antitratta “Favour e Loveth” di Palermo

Responsabili del gruppo in-formazione e sensibilizzazione
Stella Bertuglia e Pasqua de Candia
Segreteria presso CISS, tel. 091.6262694

*Traffico di esseri umani o tratta di persone è l'attività criminale che comprende: il reclutamento, il trasporto, il trasferimento, la custodia di persone, tramite l'uso della forza o altre forme di coercizione, di sottrazione, di frode, di inganno, di abuso di potere o di una posizione di vulnerabilità o nell'atto di dare o ricevere qualche forma di pagamento o di altro introito per acquistare il consenso o il controllo di una persona su un'altra persona, allo scopo di sfruttamento, incluse le varie forme di sfruttamento sessuale, di lavoro, di schiavitù o di commercio di organi, usando mezzi illeciti ed ai fini dello sfruttamento delle stesse. Il protocollo sulla tratta adottato a Palermo nel 2000 consiste in un accordo internazionale stipulato dalle Nazioni Unite e da 117 paesi membri. Lo scopo del Protocollo è di favorire, mediante la cooperazione internazionale, le indagini e i procedimenti penali a carico dei criminali. Un primo obiettivo può essere riscontrato nel tentativo di proteggere e assistere le vittime di tali efferati crimini nel pieno rispetto dei diritti umani.

**Coordinamento Antitratta “Favour e Loveth” di Palermo:
Accademia Psicologia Applicata/APA Palermo
ASGI/Associazione per gli Studi Giuridici sull'Immigrazione
Associazione AMUNI’
Associazione Culturale Gruppo Teatro Totem
Associazione Pellegrino della Terra
Associazione Avvocati di Strada
ARCI-Sicilia
Azione Cattolica Italiana-Arcidiocesi di Palermo
Centro Salesiano Santa Chiara
Centro Siciliano di Documentazione Peppino Impastato
CESIE/Centro Studi di Iniziative Europeo
CGIL
CISS/Cooperazione Internazionale Sud Sud
Comitato antirazzista migranti Cobas
DIARIA Palermo
Federazione delle Associazioni e delle comunità Immigrate-ARCA
Forum antirazzista Palermo
IISS “A. Volta”
La Migration-sportello migranti Lgbt - Arcigay Palermo
Laici Missionari Comboniani Palermo
Le Onde
LVIA Palermo
Mezzocielo
Parrocchia S. Antonino
Progetto “La Ragazza di Benin City”
PRO.VI.DE.-Regina della Pace (PROmocion VIda Derechos) Onlus-Palermo
Rete Primo Marzo / Giù le frontiere
Suore Missionarie Comboniane di Palermo
UDI Palermo




Nessun commento: