www.tprf.org: La tua arma segreta (words by Prem Rawat)

Pledge to Peace - Dichiarazione di Bruxelles - 28 novembre 2011



Discorso di Prem Rawat alla Settimana della Pace e della Solidarietà di Mazara del Vallo - 27 maggio 2011 - Video


"Determination, understanding and clarity have to be the fundamental foundations on which peace will be built."


"Not exclusion, but inclusion."


"The day our measurements are based on our similarities and not our differences is the day we will begin to lay the foundation for peace in this world."
Prem Rawat
Watch A message of Peace by Prem Rawat

Il Peace Education Program (PEP) ha lo scopo di aiutare i partecipanti a scoprire le risorse interiori che sono loro proprie, strumenti innati per vivere, come la forza interiore, la capacità di scelta e la speranza, esplorando anche la possibilità della pace personale.
Si tratta di un programma educativo nuovo, con un piano di studi che consiste in 10 video, ciascuno incentrato su un argomento specifico, presentato e facilitato da volontari. Questi seminari, adattabili e interattivi, sono non religiosi e non settari. Il contenuto di ciascun argomento si basa su brani tratti da discorsi pronunciati da Prem Rawat in tutto il mondo.
Presentazione del PEP (in italiano)

"Uno degli aspetti meravigliosi del ridere, della felicità, della gioia e della pace, è che sono cose contagiose. Diffondete questo sentimento contagioso di pace, il bisogno di pace, in questo mondo. È di questo che abbiamo bisogno nella nostra vita. La pace è una necessità, non è un lusso." Prem Rawat


lunedì 27 ottobre 2014

24 ottobre, Palermo: Dalla lingua al lavoro per 100 donne immigrate. Parte il progetto “I saperi per l’inclusione”




Cento donne immigrate della città, tra cui cinquanta ex vittime della tratta, sono state ospiti venerdì 24 ottobre pomeriggio delle aule del Complesso di Sant'Antonino dell'Università di Palermo per la presentazione di un progetto interamente dedicato a loro.

“I saperi per l'inclusione”, voluto dalla Scuola di Lingua italiana per Stranieri dell'Ateneo e sostenuto da numerose associazioni che da anni operano a Palermo nel nome dell'integrazione, permetterà alle donne straniere selezionate di seguire gratuitamente corsi di lingua italiana, di taglio e cucito, di educazione civica, per la gestione di strutture d'accoglienza e sulla salute del bambino.

Il progetto, finanziato dal Fondo Europeo per l'Integrazione, è stato presentato con l'evento Latte, libri, lingua, legalità e lavoro: le cinque elle per l'inclusione realizzato all'interno del Festival “Le Vie dei Tesori" e che ha anche ricevuto una visita e i saluti del sottosegretario alla presidenza dei Ministri Delrio. 

Ospite d'onore del pomeriggio è stata la poetessa e scrittrice Isoke Aikpitanyi, ex vittima della tratta e che ha avuto la forza di ribellarsi a questa forma di schiavitù. Per l'occasione, è stato realizzato un reading di suoi versi e a recitare è stato lo stesso pubblico presente in sala, composto principalmente dalle donne a cui il progetto si rivolge. Tra i tanti versi toccanti, quello letto dalla presentatrice della serata, Tindara Ignazzitto, ha spinto i presenti ad un momento di riflessione. “C'è un silenzio terribile intorno a me. E tu, donna italiana, perché non sei la mia voce?

In contemporanea al reading, i bambini delle donne straniere sono stati intrattenuti con letture ad alta voce di racconti e fiabe da tutto il mondo. 

Dopo il reading e i saluti del direttore della Scuola Mari D'Agostino, degli assessori Barbara Evola e Giusto Catania, l'artista capoverdiana Jerusa Barros si è esibita regalando le melodie di un racconto cantato del suo paese d'origine e di una ninna nanna del Congo.

Canti per bambini in lingue provenienti da tutto il mondo sono stati intonati anche dalle stesse donne protagoniste del progetto nel video del regista Martino Lo Cascio, “Everyday capisci niente”, con cui si è chiuso il pomeriggio.

Guarda la photogallery su La Repubblica - Palermo (clicca qui). 
Guarda la photogallery sul nostro profilo facebook (clicca qui).

Nessun commento: