www.tprf.org: La tua arma segreta (words by Prem Rawat)

Pledge to Peace - Dichiarazione di Bruxelles - 28 novembre 2011



Discorso di Prem Rawat alla Settimana della Pace e della Solidarietà di Mazara del Vallo - 27 maggio 2011 - Video


"Determination, understanding and clarity have to be the fundamental foundations on which peace will be built."


"Not exclusion, but inclusion."


"The day our measurements are based on our similarities and not our differences is the day we will begin to lay the foundation for peace in this world."
Prem Rawat
Watch A message of Peace by Prem Rawat

Il Peace Education Program (PEP) ha lo scopo di aiutare i partecipanti a scoprire le risorse interiori che sono loro proprie, strumenti innati per vivere, come la forza interiore, la capacità di scelta e la speranza, esplorando anche la possibilità della pace personale.
Si tratta di un programma educativo nuovo, con un piano di studi che consiste in 10 video, ciascuno incentrato su un argomento specifico, presentato e facilitato da volontari. Questi seminari, adattabili e interattivi, sono non religiosi e non settari. Il contenuto di ciascun argomento si basa su brani tratti da discorsi pronunciati da Prem Rawat in tutto il mondo.
Presentazione del PEP (in italiano)

"Uno degli aspetti meravigliosi del ridere, della felicità, della gioia e della pace, è che sono cose contagiose. Diffondete questo sentimento contagioso di pace, il bisogno di pace, in questo mondo. È di questo che abbiamo bisogno nella nostra vita. La pace è una necessità, non è un lusso." Prem Rawat


venerdì 17 ottobre 2014

19 ottobre, Palermo: Minori stranieri non accompagnati protagonisti. Real Fonderia

Attraversare il mare, una scelta spesso dolorosa e drammatica, ieri ed oggi. Ancora di più se nella barca, e anche dopo, si è soli; senza l'aiuto e il sostegno di una mano o di una voce amica. Ancora di più se si è poco più che bambini.

E poi un nuovo viaggio dentro lingue, culture, modi di vita, radicalmente altri. Poco o nulla scolarizzati- in questo così simili ai nostri migranti dei primi decenni del secolo scorso- questi adolescenti, precocemente adulti, troppo spesso restano ai margini del nostro mondo nel quale, con sempre più rabbia e frustrazione, chiedono con forza di entrare.

Sono più di diecimila i minori giunti nell'ultimo anno in Italia senza un genitore o un adulto di riferimento. Al loro presente e al loro futuro è dedicato questo evento inserito nelle "Vie dei Tesori,"straordinario festival della città di Palermo che per quattro weekend prova a fare rete per rilanciarsi come grande polo della cultura e del turismo del Mediterraneo. Anche quest'anno uno dei temi della manifestazione è l'interculturalità, i mille volti della città di Palermo. Uno di questi volti vogliamo qui mettere a fuoco attraverso una performance multimediale, coronamento di due anni di percorsi di inclusione linguistica per minori stranieri non accompagnati della Scuola di Lingua italiana per Stranieri dell'Università di Palermo in collaborazione con l'Ufficio Nomadi ed Immigrati del Comune di Palermo e con una ventina di comunità alloggio.

Diretti da Yousif Latif Jaralla, narratore e regista iracheno, e attraverso il linguaggio narrativo e cinematografico, i ragazzi raccontano il loro drammatico viaggio nel video Butterfly Trip.

Nello stesso spazio, e frutto del medesimo percorso, le foto di Antonio Gervasi.

Nessun commento: