www.tprf.org: La tua arma segreta (words by Prem Rawat)

Pledge to Peace - Dichiarazione di Bruxelles - 28 novembre 2011



Discorso di Prem Rawat alla Settimana della Pace e della Solidarietà di Mazara del Vallo - 27 maggio 2011 - Video


"Determination, understanding and clarity have to be the fundamental foundations on which peace will be built."


"Not exclusion, but inclusion."


"The day our measurements are based on our similarities and not our differences is the day we will begin to lay the foundation for peace in this world."
Prem Rawat
Watch A message of Peace by Prem Rawat

Il Peace Education Program (PEP) ha lo scopo di aiutare i partecipanti a scoprire le risorse interiori che sono loro proprie, strumenti innati per vivere, come la forza interiore, la capacità di scelta e la speranza, esplorando anche la possibilità della pace personale.
Si tratta di un programma educativo nuovo, con un piano di studi che consiste in 10 video, ciascuno incentrato su un argomento specifico, presentato e facilitato da volontari. Questi seminari, adattabili e interattivi, sono non religiosi e non settari. Il contenuto di ciascun argomento si basa su brani tratti da discorsi pronunciati da Prem Rawat in tutto il mondo.
Presentazione del PEP (in italiano)

"Uno degli aspetti meravigliosi del ridere, della felicità, della gioia e della pace, è che sono cose contagiose. Diffondete questo sentimento contagioso di pace, il bisogno di pace, in questo mondo. È di questo che abbiamo bisogno nella nostra vita. La pace è una necessità, non è un lusso." Prem Rawat


sabato 8 marzo 2014

8-9 marzo, Palermo: Donne vittime di tratta. Replica di "Come fossi una bambola" di Lo Cascio

Nell’ambito di “Identità – Rassegna di Teatro Interculturale”
(progetto Comunità Urbane Solidali)

l’Associazione “Per Esempio Onlus”

presenta

Come fossi una bambola”
8 e 9 Marzo, ore 21:00
Piccolo Teatro Patafisico
Via Gaetano La Loggia 5, Palermo

“Come fossi una bambola”, scritto e diretto da Martino Lo Cascio, interpretato da Jennifer Din Chin, è un monologo che prende spunto da "Le ragazze di Benin city", autobiografia audace e lucida di Isoke Aikpitanyi, nigeriana vittima della Tratta e riuscita coraggiosamente a riscattare la propria condizione di sudditanza. Oggi, inoltre, Isoke ha creato un centro per aiutare fattivamente altre “schiave” tuttora costrette alla lercia vita in strada.

L’ingresso è fino ad esaurimento posti. E’ possibile prenotare chiamando al numero 333.8621178 o acquistare direttamente all’ingresso del teatro i biglietti. Il costo del biglietto è di 5 euro più il tesseramento annuale al Patafisico (3 euro). Lo spettacolo non è consigliato ai minori di 16 anni.
Link per vedere il teaser (i cui dati si riferiscono al debutto fatto a Novembre): http://www.youtube.com/watch?v=zpQKv2u1ntg



Nessun commento: