www.tprf.org: La tua arma segreta (words by Prem Rawat)

Pledge to Peace - Dichiarazione di Bruxelles - 28 novembre 2011



Discorso di Prem Rawat alla Settimana della Pace e della Solidarietà di Mazara del Vallo - 27 maggio 2011 - Video


"Determination, understanding and clarity have to be the fundamental foundations on which peace will be built."


"Not exclusion, but inclusion."


"The day our measurements are based on our similarities and not our differences is the day we will begin to lay the foundation for peace in this world."
Prem Rawat
Watch A message of Peace by Prem Rawat

Il Peace Education Program (PEP) ha lo scopo di aiutare i partecipanti a scoprire le risorse interiori che sono loro proprie, strumenti innati per vivere, come la forza interiore, la capacità di scelta e la speranza, esplorando anche la possibilità della pace personale.
Si tratta di un programma educativo nuovo, con un piano di studi che consiste in 10 video, ciascuno incentrato su un argomento specifico, presentato e facilitato da volontari. Questi seminari, adattabili e interattivi, sono non religiosi e non settari. Il contenuto di ciascun argomento si basa su brani tratti da discorsi pronunciati da Prem Rawat in tutto il mondo.
Presentazione del PEP (in italiano)

"Uno degli aspetti meravigliosi del ridere, della felicità, della gioia e della pace, è che sono cose contagiose. Diffondete questo sentimento contagioso di pace, il bisogno di pace, in questo mondo. È di questo che abbiamo bisogno nella nostra vita. La pace è una necessità, non è un lusso." Prem Rawat


giovedì 13 marzo 2014

14-15 marzo, Palermo: Convegno nazionale Giunti "A scuola nessuno è straniero. Pratiche interculturali in classe e nella città"

CONVEGNO NAZIONALE


A SCUOLA NESSUNO È STRANIERO
PRATICHE INTERCULTURALI IN CLASSE E NELLA CITTÀ

Palermo, 14 e 15 marzo 2014
Cantieri Culturali alla Zisa
Via Paolo Gili 4, Palermo


Venerdì 14 Marzo 2014

CONDIVIDERE E SCAMBIARE
Sessioni parallele di confronto di esperienze e materiali, ore 15:00 - 18:30

Prima sessione. L’inclusione comincia dai più piccoli
Sala Blu Cobalto
Introduce: Giovanna Criscione, dirigente tecnico MIUR, USR per la Sicilia
Coordina: Emilia Passaponti, caporedattore “La Vita Scolastica” e “Scuola dell’infanzia”, Giunti Scuola
• Laura Pollichino, I.C. “Perez- M. Teresa di Calcutta”, Palermo, Facilitare il passaggio dei bambini stranieri alla scuola primaria
• Ivana Blundo, I.C. “Pascoli”, Ragusa, Tra scuola e famiglia: accogliere e costruire ponti
• Paola Pasqualon, Rete delle scuole di Treviso, Il nome, le storie, le lingue: l’importanza della narrazione
• Domenico Ciccarello, Biblioteca diocesana G.B. Amico, sezione “Piccolo principe”, Erice Trapani, A voce alta. Fiabe interculturali per bambini e genitori

Seconda sessione. L’italiano L2 della comunicazione e le altre lingue 
Goethe Institute
Introduce: Barbara D’Annunzio, assegnista di ricerca Università Ca’ Foscari di Venezia, Docente a contratto Università di Catania (sede di Ragusa)
Coordina: Maria Cristina Peccianti, linguista esperta in glottodidattica
• Maria Pia Magliokeen, Referente regionale USR Sicilia, Lingue, plurilinguismo e progetti europei
• Angela Maltoni, Cornigliano-Genova, Daniela Carpani, Università di Genova, Tante lingue in classe
• Maria Corte, dirigente scolastico I.C. Ajello, Mazara del Vallo, Insegnare in una scuola multilingue
• Vincenza Allegra e Dorotea Polizzi, docenti I.C. Ajello, Mazara del Vallo, Noi bambini del mondo
• Giuseppe Rizzuto, Centro educativo interculturale "Casa-Officina", Palermo, "Riconoscersi in tante lingue. L'esperienza della Casa-Officina"
 • Anna Formuso, docente I.C. “Perez- Madre Teresa di Calcutta”, Palermo, Alla scoperta delle nostre radici linguistiche

Terza sessione. Una lingua per imparare: l’italiano L2 per lo studio
Centro Sperimentale di Cinematografia
Introduce: Chiara Amoruso, Università di Palermo
Coordina, Maria Frigo, formatrice e autrice testi di italiano L2, Milano
• Maria Rosa Turrisi, Referente “Intercultura” e progetti di formazione di L2, USR Sicilia, La formazione degli insegnanti di italiano L2: bisogni ed esperienze
• Gabriella Debetto, esperta di educazione linguistica, Padova, Scrivere in italiano L2: pratiche per lo sviluppo della competenza scritta
• Stefania Ferrari, Università di Verona Multicentro Educativo M.E.MO Modena, L’italiano con i task: il metodo, il sito, le proposte
• Caterina Corrao, Rosa Maria Belluccia, Scuola Primaria Statale "Alcide De Gasperi", Palermo, Strategie per non sbagliare

Quarta sessione. Per una scuola interculturale: la via della narrazione e dei sapori
Institute Francais
Introduce e coordina: Della Passarelli, Sinnos Editrice, Roma
• Giusi Quarenghi, scrittrice, Pane e fame non hanno confini
• Gabriella Zammataro dirigente scolastico del Circolo Didattico di Zafferana Etnea, Narrare interculturalmente. Libri per conoscere e conoscersi
• Cettina Capizzi, responsabile mediateca comunale “La casa di Giufà”, Enna, Giufà: un personaggio “ponte” tra qui e là
• Angela Cristaldi, dirigente scolastico Scuola Secondaria di Primo grado “Grassa”, Mazara Del Vallo, Scambi e intrecci: la cucina comparata

Quinta sessione. Costruire il futuro. Allievi stranieri nella scuola secondaria
BIblioteca Istituto Gramsci
Introduce: Maurizio Gentile, USR Sicilia, referente per la dispersione scolastica
Coordina: Lorenzo Luatti, ricercatore, Oxfam Italia
• Andrea Rampini, ricercatore, CODICI – Agenzia di Ricerca Sociale, Gli adolescenti cinesi neoarrivati e le sfide del ricongiungimento: verso un racconto in prima persona
• Donatella Natoli, Biblioteca “Le Balate”, Palermo, La biblioteca: uno spazio per promuovere la prosecuzione degli studi
• Alessandra Minerbi, SSPG Quintino di Vona, Centro COME, Milano, Orientare e accompagnare i ragazzi stranieri nei passaggi di scuola: materiali e buone pratiche
• Egle Mocciaro, Adele Pellitteri, Scuola di Lingua italiana per Stranieri, Università di Palermo, Imparare con gli alunni stranieri. Progetti di tutoring scolastico

Sesta sessione. Insieme nella città e negli spazi di tutti. Famiglie e territorio
Centro Sperimentale di Cinematografia - sala cinema
Introduce: Caterina Fasone, Referente regionale USR Sicilia - “Educazione/istruzione degli adulti - Formazione linguistica (L2) ed educazione civica per l’integrazione
Coordina: Gilberto Bettinelli, Centro COME di Milano
• Valentina Anselmi e Behts Ampuero, Associazione Asinitas, Roma, La scuola delle mamme immigrate
• Stephanie V. Love, M. Ed. Università di Washington, Seattle, USA, Insegnare l’italiano agli adulti con bassa scolarità
• Paola Scuderi, Casa dei popoli, Comune di Catania, Tra passato e futuro: i progetti e la dimensione del tempo nelle famiglie migranti
• Marcello Amoruso, Tindara Ignazzitto, Scuola di Lingua italiana per Stranieri, Università di Palermo, Imparare la lingua, rompere l’isolamento
• Alessandro La Grassa, CRESM, Palermo, Il progetto Comunità Urbane Solidali: la cultura delle comunità per una comunità di culture. Partecipazione delle comunità di immigrati di Palermo alla vita della città attraverso il protagonismo culturale dal basso

Sabato 15 Marzo 2014

PER UNA SCUOLA DI TUTTI E DI CIASCUNO
LE IDEE, PER OGGI E PER DOMANI
Sessione plenaria, ore 9:30 - 13:00

Benvenuto dell’orchestra multietnica dei bambini della scuola primaria “F. Raciti”

Introduce: Gaetano Calà, Anfe
Apertura istituzionale e saluti

Benvenuto dell’orchestra multietnica dei bambini della scuola primaria “F. Raciti”

Introduce: Gaetano Calà, Anfe

Apertura istituzionale e saluti

• Pietro Grasso, Presidente del Senato

• Leoluca Orlando, Sindaco di Palermo

• Rosario Crocetta, Presidente della Regione Siciliana

• Maria Luisa Altomonte, Direttore Generale Ufficio Scolastico Regionale
per la Sicilia

• Carla Ida Salviati, Direttore de “La Vita Scolastica” e “Scuola dell’Infanzia”.
Giunti Scuola

Relazioni
Coordina: Giusto Catania, Assessore alla Partecipazione, Comunicazione, Decentramento, Servizio Demografici e Migrazione, Comune di Palermo

• Parole/chiave per una scuola dell’inclusione in situazione di pluralità, Graziella Favaro, pedagogista, referente scientifico del convegno

• Come saremo fra vent’anni. Parlare d’integrazione immaginando il futuro, Stefano Molina, dirigente di ricerca, Fondazione Giovanni Agnelli, Torino

• Come si scrive Lampedusa? Luoghi, lingue, emozioni, Mari D’Agostino, Scuola di Lingua italiana per Stranieri, Università di Palermo

• La città cosmopolita: le sfide e le opportunità, Vincenzo Guarrasi, geografo
• Vivere insieme nei “luoghi comuni”, Kossi Komla Ebri, scrittore e medico

Conclusioni e proposte: Barbara Evola, Assessore scuola, edilizia scolastica,
Comune di Palermo

Nessun commento: