www.tprf.org: La tua arma segreta (words by Prem Rawat)

Pledge to Peace - Dichiarazione di Bruxelles - 28 novembre 2011



Discorso di Prem Rawat alla Settimana della Pace e della Solidarietà di Mazara del Vallo - 27 maggio 2011 - Video


"Determination, understanding and clarity have to be the fundamental foundations on which peace will be built."


"Not exclusion, but inclusion."


"The day our measurements are based on our similarities and not our differences is the day we will begin to lay the foundation for peace in this world."
Prem Rawat
Watch A message of Peace by Prem Rawat

Il Peace Education Program (PEP) ha lo scopo di aiutare i partecipanti a scoprire le risorse interiori che sono loro proprie, strumenti innati per vivere, come la forza interiore, la capacità di scelta e la speranza, esplorando anche la possibilità della pace personale.
Si tratta di un programma educativo nuovo, con un piano di studi che consiste in 10 video, ciascuno incentrato su un argomento specifico, presentato e facilitato da volontari. Questi seminari, adattabili e interattivi, sono non religiosi e non settari. Il contenuto di ciascun argomento si basa su brani tratti da discorsi pronunciati da Prem Rawat in tutto il mondo.
Presentazione del PEP (in italiano)

"Uno degli aspetti meravigliosi del ridere, della felicità, della gioia e della pace, è che sono cose contagiose. Diffondete questo sentimento contagioso di pace, il bisogno di pace, in questo mondo. È di questo che abbiamo bisogno nella nostra vita. La pace è una necessità, non è un lusso." Prem Rawat


giovedì 19 settembre 2013

19 settembre, Palermo: Festival Internazionale dei documentari Sole Luna


COMUNICATO STAMPA

POETI ED EQUILIBRIO TRA DIVERSE CULTURE
STASERA AL SOLE LUNA FESTIVAL 

Stasera spazio a poeti e a registi, alle loro visioni e alle loro immagini, con i film in concorso al Sole Luna Festival.

A partire dalle ore 18.30 il festival internazionale dei documentari, quest'anno ospitato nella suggestiva scenografia della Galleria d'Arte Moderna,  cederà i propri schermi a una poetessa e scrittrice contemporanea siriana, Maram Al Masri che nel documentario di Bernard Lourgant "The Barefoot Poetess" intreccia una danza di parole e immagini con quelle del regista creando atmosfere e suoni sensuali che riflettono il linguaggio poetico e il suo anelito di libertà.  Il regista sarà presente alla proiezione.

E poi ancora la ricerca di un equilibrio tra diverse culture attraverso lo sguardo di cinque registi diversi con il documentario "Imaginaires en exil. Cinq cinéastes d'Afrique se racontent" di Daniela Ricci.

Spazio anche ad una celebrazione religiosa ebraica, storica e ricca di fascino: la festa dello Yom Kippur, al centro del film  "Kaparot Sababa c'est tout" (di Ehud Sagev) che il regista ha documentato per dieci anni.

Un salto in Italia, infine con "Certo esiste un posto migliore" di Sara Luraschi che mette sullo schermo i volti di una famiglia indiana che si è insediata in Val Cavallina, a Bergamo, e che è alla ricerca di un nuovo equilibrio. Sarà presente la regista.

 

LATIN AMERICA CONTEST

Per la sezione dedicata all'America Latina, novità dell'edizione 2013 del Sole Luna Festival, si proporranno al pubblico in sala due film nostalgici e poetici sul trascorrere del tempo. "The girl from the South" (di Jose Luis Garcia) parla della fine delle passioni giovanili e del collasso delle illusioni adolescenziali, mentre "La Ultima estaciòn" ritrae i volti e la quotidianità di anziani che vivono in solitudine e in stato di abbandono in una casa di risposo, ultima stazione prima dell'ineludibile viaggio verso la morte.

 

I FILM DI SINERGIE, LA RASSEGNA FUORI CONCORSO

Sinergie, la rassegna fuori concorso, ospiterà stasera film scelti dall'Institut Français con "Les Fils du Vent" (regia di Bruno Le Jean), da Sorsi Corti con "Mas Allà de la Santerìa" (regia di Persifal Reparto), dall'Istituto Cervantes con "Estelle La Manana" (regia di Pablo Arturo Suàrez) e da Sicilia Ambiente con "Entropy" (regia di Avi Odenheimer).

 

VENERDI' 20 SETTEMBRE

CABARET CRUSADES – RIVIVERE LE CROCIATE CON LE MARIONETTE 

Un evento speciale venerdì sera al Sole Luna Festival. Per la prima volta, a Palermo, la prima  crociate verrà presentate secondo un punto di vista del tutto inedito.  Ispirato al bel libro di Amin Maaluf, Le crociate viste dagli Arabi, Cabaret Crusades è un lavoro di video art, un vero e proprio ponte tra le sponde opposte del Mediterraneo da Palermo al Cairo, che reinterpreta la prima crociata attraverso l'uso di marionette dell'Ottocento. 

Wael Shawsky, artista egiziano di fama internazionale, dal 2010 lavora a un'opera in quattro episodi sulle Crociate. Le prime due parti del lavoro approderanno per la prima volta a Palermo, all'interno del Chiostro di Sant'Anna. Le due splendide opere hanno come attori marionette della collezione Lupi di Torino e altre fabbricate dai laboratori della scuola di ceramica della Provenza, Facoltà di Scienze di Aix.

A questo eccezionale evento culturale fa eco una mostra di pupi siciliani del Museo Antonio Pasqualino che, durante le proiezioni, saranno animate dai pupari della prestigiosa famiglia Napoli.

Per maggiori informazioni leggere la scheda in allegato.

 

SINERGIE E FILM IN CONCORSO 

Mentre alle h. 18.00 si rinnova l'appuntamento con la Sezione Sinergie, con una ricca proposta di film e documentari selezionati dal Goethe Institut, dall'Instituto Cervantes e dai festival Sorsi corti e SiciliAmbiente: "Die Farbe des Ozeans (regia di  Maggie Peren), "Pasemos al plan B" (regia di Paz Pinar), "Dim Sum, Dance Some" (regia di Fernando Bauza Alonso), "Azioni a catena" (regia di Riccardo Pittaluga) e Origami (regia di Hugo Bailly),"The Kiss" (regia di Filip Gieldon), per le categorie in concorso la serata di venerdì alle 22.30 si apre con "Cinema Jenin" (regia di Marcus Vetter) dove si narra la storia di un cinema, un tempo il più grande della Palestina, nella città di Jenin, riportato a nuova vita con l'apporto della popolazione e delle autorità locali. Segue "The Trip" (regia di Bartosz Kruhlik) che trascinerà gli spettatori in un viaggio in scooter di una ragazzina di appena 12 anni in gita con il nonno. Lui non le insegnerà solo a guidare ma le mostrerà anche le bellezze della natura e avrà qualcosa da raccontarle.

Alle h. 21, invece, nella Galleria proiezione di Sweet Poison, dove il regista Peter Heller dà voce ad esperti economici africani che tracciano un lucido e critico quadro della questione degli aiuti umanitari in Africa. Segue "Special Interview" (regia di Nitzan Rozenbrg) lavoro che narra le vicende di due giovanissimi e simpatici inviati speciali nel loro tentativo di intervistare il Presidente degli Stati Uniti Obama. Infine "Entroterra Giambellino" (regia di Immaginariesplorazioni) sarà la scoperta visuale di una periferia milanese che è polveriera di immaginari, stratificazione di memorie.


Nessun commento: