www.tprf.org: La tua arma segreta (words by Prem Rawat)

Pledge to Peace - Dichiarazione di Bruxelles - 28 novembre 2011



Discorso di Prem Rawat alla Settimana della Pace e della Solidarietà di Mazara del Vallo - 27 maggio 2011 - Video


"Determination, understanding and clarity have to be the fundamental foundations on which peace will be built."


"Not exclusion, but inclusion."


"The day our measurements are based on our similarities and not our differences is the day we will begin to lay the foundation for peace in this world."
Prem Rawat
Watch A message of Peace by Prem Rawat

Il Peace Education Program (PEP) ha lo scopo di aiutare i partecipanti a scoprire le risorse interiori che sono loro proprie, strumenti innati per vivere, come la forza interiore, la capacità di scelta e la speranza, esplorando anche la possibilità della pace personale.
Si tratta di un programma educativo nuovo, con un piano di studi che consiste in 10 video, ciascuno incentrato su un argomento specifico, presentato e facilitato da volontari. Questi seminari, adattabili e interattivi, sono non religiosi e non settari. Il contenuto di ciascun argomento si basa su brani tratti da discorsi pronunciati da Prem Rawat in tutto il mondo.
Presentazione del PEP (in italiano)

"Uno degli aspetti meravigliosi del ridere, della felicità, della gioia e della pace, è che sono cose contagiose. Diffondete questo sentimento contagioso di pace, il bisogno di pace, in questo mondo. È di questo che abbiamo bisogno nella nostra vita. La pace è una necessità, non è un lusso." Prem Rawat


mercoledì 18 settembre 2013

18 settembre, Palermo: Scoprire nuovi paesi attraverso la musica con Sole Luna Festival


COMUNICATO STAMPA

SCOPRIRE NUOVI PAESI ATTRAVERSO LA MUSICA

STASERA CON SOLE LUNA FESTIVAL


Saranno due i lavori di autori italiani e dedicate al mondo della musica che, mercoledì sera, a partire dalle ore 18.30 alla Galleria d'Arte Moderna, saranno proiettati tra quelli in concorso al Sole Luna Festival 2013.

"The Wolf on the Drum" del regista Nello Correale mostra un viaggio alla scoperta di compositori e cantanti del Kazakhistan in compagnia del compositore italiano Carlo Siliotto. Il film mostra come si possa scoprire un paese attraverso la sua musica.

"Rockman" di Mattia Epifani, il più giovane regista in gara, ripercorre quindici anni di controcultura musicale italiana e di lotte politiche attraverso la storia artistica e umana di uno dei suoi massimi rappresentanti, Militant P (Piero Longo) padre fondatore del gruppo Sud Sound System e del movimento raggae italiano. Epifani sarà presente durante la proiezione.


Un viaggio su una motocicletta vietnamita con "Motorbike" (regia di Bert Schmidt). Il film mostra modalità d'uso inedite di un mezzo di trasporto a due ruote: uomini, animali, capre, polli, piante, e persino intere famiglie in Vietnam viaggiano sulla motocicletta, che può trasformarsi anche in piccola imbarcazione per attraversare un corso d'acqua.

Infine "Tea or Electricity" (regia di Jérome Le Marie) racconta la vicenda dell'istallazione della rete elettrica in un villaggio marocchino sui monti dell'Atlante, sullo sfondo di ritmi e atmosfere propri di un mondo che non vuole arrendersi alla "modernità".

I FILM IN PROGRAMMA PER LATIN AMERICA CONTEST

Dopo l'ingresso di ieri sera della nuova sezione in concorso e dedicata ai documentari dell'America Latina, stasera il viaggio alla scoperta dei paesi del sud del Nuovo Mondo continua con altre tre proiezioni.

"La Bella Vista" (di Alicia Cano Menoni) narra la singolare storia di una casa che, inizialmente, ospita una società di calcio per poi diventare sede di un bordello e, infine, una cappella cattolica.

"The women and the passenger" (di Valentina Macpherson e Patricia Correa) riflette sull'amore attraverso l'esperienza di quattro donne che lavorano come cameriere di un motel di Santiago.

Infine "75 Inhabitants, 25 Houses, 300 Cows" vede il debuttante regista Fernando Dominiguez alla ricerca di dispositivi diversi che lo aiutino a ricercare il tempo perduto. Ritrae così il lavoro di un pittore e il suo desiderio di ricreare un intero mondo fuori dalla solitudine di una stanza.


SINERGIE, LA RASSEGNA FUORI CONCORSO

La Rassegna fuori concorso Sinergie presenta questa, a partire dalle 18.30, "This Ain't California" (di Marten Piersel), proposto dal Goethe Institut, "Come gli uccelli. La Rue à Kinshasa" (di Adriano Foraggio), proposto dal festival Sorsi Corti, "Straight with you" (di Daan Bol) da Sicilia Queer FilmFest e "Second wind" (di Sergey Tsyss) da Sicilia Ambiente".


I FILM DI GIOVEDI' 19 SETTEMBRE

Spazio a poeti e a registi, alle loro visioni e alle loro immagini, con i film in concorso in programma giovedì sera.

A partire dalle ore 18.30 Sole Luna Festival cederà i propri schermi a una poetessa e scrittrice contemporanea siriana, Maram Al Masri che nel documentario di Bernard Lourgant "The Barefoot Poetess" intreccia una danza di parole e immagini con quelle del regista creando atmosfere e suoni sensuali che riflettono il linguaggio poetico e il suo anelito di libertà. Il regista sarà presente alla proiezione.

E poi ancora la ricerca di un equilibrio tra diverse culture attraverso lo sguardo di cinque registi diversi con il documentario "Imaginaires en exil. Cinq cinéastes d'Afrique se racontent" di Daniela Ricci.

La festa dello Yom Kippur è al centro del film "Kaparot Sababa c'est tout" (di Ehud Sagev) che il regista ha documentato per dieci anni.

Un salto in Italia, infine con "Certo esiste un posto migliore" di Sara Luraschi che mette sullo schermo i volti di una famiglia indiana che si è insediata in Val Cavallina, a Bergamo, e che è alla ricerca di un nuovo equilibrio. Sarà presente la regista.


Per la sezione dedicata all'America Latina, due film nostalgici e poetici sul trascorrere del tempo:

"The girl from the South" (di Jose Luis Garcia) parla della fine delle passioni giovanili e del collasso delle illusioni adolescenziali, mentre "La Ultima estaciòn" ritrae i volti e la quotidianità di anziani che vivono in solitudine e in stato di abbandono in una casa di risposo, ultima stazione prima dell'ineludibile viaggio verso la morte.


Sinergie ospiterà invece film scelti dall'Istituto Francese con "Les Fils du Vent" (regia di Bruno Le Jean), da Sorsi Corti con "Mas Allà de la Santerìa" (regia di Persifal Reparto), dall'Istituto Cervantes con "Estelle La Manana" (regia di Pablo Arturo Suàrez) e da Sicilia Ambiente con "Entropy" (regia di Avi Odenheimer).


Come ogni sera, il pubblico potrà votare il film preferito con la scheda predisposta distribuita all'ingresso.



Nessun commento: