www.tprf.org: La tua arma segreta (words by Prem Rawat)

Pledge to Peace - Dichiarazione di Bruxelles - 28 novembre 2011



Discorso di Prem Rawat alla Settimana della Pace e della Solidarietà di Mazara del Vallo - 27 maggio 2011 - Video


"Determination, understanding and clarity have to be the fundamental foundations on which peace will be built."


"Not exclusion, but inclusion."


"The day our measurements are based on our similarities and not our differences is the day we will begin to lay the foundation for peace in this world."
Prem Rawat
Watch A message of Peace by Prem Rawat

Il Peace Education Program (PEP) ha lo scopo di aiutare i partecipanti a scoprire le risorse interiori che sono loro proprie, strumenti innati per vivere, come la forza interiore, la capacità di scelta e la speranza, esplorando anche la possibilità della pace personale.
Si tratta di un programma educativo nuovo, con un piano di studi che consiste in 10 video, ciascuno incentrato su un argomento specifico, presentato e facilitato da volontari. Questi seminari, adattabili e interattivi, sono non religiosi e non settari. Il contenuto di ciascun argomento si basa su brani tratti da discorsi pronunciati da Prem Rawat in tutto il mondo.
Presentazione del PEP (in italiano)

"Uno degli aspetti meravigliosi del ridere, della felicità, della gioia e della pace, è che sono cose contagiose. Diffondete questo sentimento contagioso di pace, il bisogno di pace, in questo mondo. È di questo che abbiamo bisogno nella nostra vita. La pace è una necessità, non è un lusso." Prem Rawat


mercoledì 13 febbraio 2013

Primo Marzo 2013 e manifesto-appello per la quarta giornata senza di noi

La quarta edizione del Primo Marzo è alle porte e anche quest'anno siamo a chiedervi la vostra collaborazione. Siamo interessati a diffondere più possibile le varie iniziative che si terranno sui territori in occasione della giornata. Vi chiederemmo, quindi, di poterci mandare tutte informazioni su ciò che state organizzando in modo da poterne dare il massimo rilievo sia mezzo stampa che altri mezzi d'informazione. 

A tale proposito siamo a chiedervi la conferma o l'adesione alla piattaforma politica del 2013. 

Il materiale andrà inviato alla mail:



Nell'attuale numero del Corriere Immigrazione, organo d'informazione della Rete Primo Marzo, messo on-line la domenica sera, è stata pubblicata la piattaforma politica. 

L’obiettivo, anche quest’anno, non è conquistare le prime pagine, ma fare un passo avanti nella costruzione “dal basso” di una società diversa.

I punti su cui si baserà la piattaforma politica di quest'anno sono: una proroga reale e sensata dell’emergenza Nord Africa, i diritti di cittadinanza: la cittadinanza per chi nasce e cresce in Italia e il diritto di voto amministrativo a chi vi risiede da almeno 5 anni, la chiusura dei Cie, una nuova legge sull'immigrazione, e, soprattutto, il riconoscimento formale, culturale, reale del diritto di mobilità. Perché prima (in senso etico e anche storico) ci sono gli esseri umani, poi, ma molto poi, sono arrivate le frontiere. 

«E' inevitabile notare che la nostra giornata, il Primo Marzo, cade proprio all’indomani della scadenza della discutibile e pilatesca proroga decisa dal governo a fine anno», prosegue Kyenge. «Vogliamo utilizzare questa coincidenza temporale per ribadire la necessità di una legge sull’asilo politico: l’arrivo di un numero consistente, ma non incredibile, di richiedenti asilo, durante le Primavere Arabe, ha evidenziato come in Italia non ci sia un sistema di accoglienza adeguato. L’emergenza Nord Africa iniziata nei primi mesi del 2011 non si è ancora conclusa. Molte persone non sono state ancora inserite nel tessuto socio-economico e la loro posizione giuridica è ben lontana da essere totalmente determinata».

Per la rete Primo Marzo

Cecile Kashetu - portavoce



Nessun commento: