www.tprf.org: La tua arma segreta (words by Prem Rawat)

Pledge to Peace - Dichiarazione di Bruxelles - 28 novembre 2011



Discorso di Prem Rawat alla Settimana della Pace e della Solidarietà di Mazara del Vallo - 27 maggio 2011 - Video


"Determination, understanding and clarity have to be the fundamental foundations on which peace will be built."


"Not exclusion, but inclusion."


"The day our measurements are based on our similarities and not our differences is the day we will begin to lay the foundation for peace in this world."
Prem Rawat
Watch A message of Peace by Prem Rawat

Il Peace Education Program (PEP) ha lo scopo di aiutare i partecipanti a scoprire le risorse interiori che sono loro proprie, strumenti innati per vivere, come la forza interiore, la capacità di scelta e la speranza, esplorando anche la possibilità della pace personale.
Si tratta di un programma educativo nuovo, con un piano di studi che consiste in 10 video, ciascuno incentrato su un argomento specifico, presentato e facilitato da volontari. Questi seminari, adattabili e interattivi, sono non religiosi e non settari. Il contenuto di ciascun argomento si basa su brani tratti da discorsi pronunciati da Prem Rawat in tutto il mondo.
Presentazione del PEP (in italiano)

"Uno degli aspetti meravigliosi del ridere, della felicità, della gioia e della pace, è che sono cose contagiose. Diffondete questo sentimento contagioso di pace, il bisogno di pace, in questo mondo. È di questo che abbiamo bisogno nella nostra vita. La pace è una necessità, non è un lusso." Prem Rawat


lunedì 4 giugno 2012

20 giugno, Italia: Giornata mondiale del rifugiato. Mai Più Respinti! No More Push-Backs!

Il 20 giugno si celebra in tutto il mondo la *Giornata Mondiale del Rifugiato* <http://www.un.org/en/events/refugeeday/>.

ZaLab <http://www.zalab.org/newsite/it>, in collaborazione con Open Society F <http://www.soros.org/>o <http://www.soros.org/>undations <http://www.soros.org/> e Amnesty International Italia <http://www.amnesty.it/index.html>*chiede che il 20 giugno diventi quest'anno il giorno in cui l'Italia si impegni ufficialmente a non fare MAI PIU' RESPINGIMENTI.

Come il nostro film *Mare Chiuso* <http://www.zalab.org/newsite/it/documentari/mare-chiuso/> racconta, tra il 2009 e il 2010, in seguito del trattato di amicizia Italia-Libia del 2008 e in applicazione degli accordi tecnici del 2007, centinaia di migranti in fuga dalle coste del Nordafrica sono stati respinti senza essere identificati né avere accesso alla procedura di asilo. Molti di essi erano richiedenti asilo, fuggiti da persecuzioni e guerre. Sono stati rimandati in Libia dove sono stati imprigionati, torturati e deportati dalla polizia di Gheddafi.

Il 23 febbraio 2012 l'Italia è stata condannata <http://cmiskp.echr.coe.int/tkp197/view.asp?item=1&portal=hbkm&action=html&highlight=hirsi&sessionid=97789555&skin=hudoc-en> per aver eseguito queste operazioni, ma ad oggi il Governo Italiano non si è ancora ufficialmente impegnato a non eseguire mai più respingimenti e troppa parte dell'opinione pubblica è ancora convinta della necessità o addirittura del successo di quelle pratiche.

Per questo lanciamo oggi *la campagna MAI PIU' RESPINTI*, chiedendo alla società italiana di organizzare il *20 giugno proiezioni di MARE CHIUSO* nelle piazze, nei cinema, nelle scuole, nelle università, nei teatri, nelle televisioni locali e nazionali.

Per organizzare proiezioni di Mare Chiuso il 20 giugno: scrivete a *distribuzione@zalab.org* <mailto:distribuzione@zalab.org>con oggetto: Mai Più Respinti.

Per aderire alla campagna e avere altre informazioni scrivete a: *comunicazione@zalab.org* <mailto:comunicazione@zalab.org>

Il contributo di tutti a sostenere l'iniziativa è vitale, perché l'Italia recuperi la dignità di Paese accogliente e rispettoso dei Diritti Umani e perché l'impegno a non ripetere l'orrore dei respingimenti sia il primo passo per costruire nuove politiche sull'immigrazione e l'asilo.

amnesty zalab osf


Nessun commento: