www.tprf.org: La tua arma segreta (words by Prem Rawat)

Pledge to Peace - Dichiarazione di Bruxelles - 28 novembre 2011



Discorso di Prem Rawat alla Settimana della Pace e della Solidarietà di Mazara del Vallo - 27 maggio 2011 - Video


"Determination, understanding and clarity have to be the fundamental foundations on which peace will be built."


"Not exclusion, but inclusion."


"The day our measurements are based on our similarities and not our differences is the day we will begin to lay the foundation for peace in this world."
Prem Rawat
Watch A message of Peace by Prem Rawat

Il Peace Education Program (PEP) ha lo scopo di aiutare i partecipanti a scoprire le risorse interiori che sono loro proprie, strumenti innati per vivere, come la forza interiore, la capacità di scelta e la speranza, esplorando anche la possibilità della pace personale.
Si tratta di un programma educativo nuovo, con un piano di studi che consiste in 10 video, ciascuno incentrato su un argomento specifico, presentato e facilitato da volontari. Questi seminari, adattabili e interattivi, sono non religiosi e non settari. Il contenuto di ciascun argomento si basa su brani tratti da discorsi pronunciati da Prem Rawat in tutto il mondo.
Presentazione del PEP (in italiano)

"Uno degli aspetti meravigliosi del ridere, della felicità, della gioia e della pace, è che sono cose contagiose. Diffondete questo sentimento contagioso di pace, il bisogno di pace, in questo mondo. È di questo che abbiamo bisogno nella nostra vita. La pace è una necessità, non è un lusso." Prem Rawat


lunedì 21 maggio 2012

21 maggio, Palermo: Coordinamento Antitratta. Manifestazione cittadina in ricordo di Favour e Loveth


Il Coordinamento anti-tratta "Favour e Loveth" e la comunità nigeriana promuovono per lunedì 21 maggio 2012 alle ore 17.00 una manifestazione cittadina al Parco della Favorita (Palermo) per ricordare Favour e Loveth. La manifestazione partirà dalla Palazzina cinese per arrivare nel luogo in cui Favour, esattamente cinque mesi fa, è stata vista l'ultima volta. Si chiede a tutti quelli che volessero partecipare di indossare una maglia nera.

E' stato consegnato alla giustizia giovedì 10 maggio, a quasi cinque mesi dalla scomparsa e dal ritrovamento del corpo, il presunto assassino di Nike Favour Adekunle, vittima prima di organizzazioni criminali, venduta come una merce dai trafficanti di giovani ragazze, poi ferocemente seviziata e brutalmente uccisa da un maniaco sessuale nelle campagne di Misilmeri. Il Coordinamento anti-tratta, che prende il nome dalle due ultime vittime della tratta a Palermo, intende costituirsi parte civile al processo contro l'assassino di Favour.
Il Coordinamento fa appello alla comunità nigeriana, a tutte le comunità toccate da questo problema, alle istituzioni, perché si ponga fine al commercio del sesso e allo sfruttamento di giovani, spesso minorenni, minacciate e tenute in schiavitù. Invita, inoltre, i giornalisti, gli agenti di polizia, i cittadini in genere a utilizzare un linguaggio più appropriato, non stigmatizzando pregiudizialmente le giovani donne vittime di tratta e da qualsiasi paese esse provengano: non di prostitute si tratta, né di squillo, bensì di donne ridotte a merce di scambio, sfruttate e mantenute in situazione di schiavitù. Siamo convinti che tutelare e promuovere i diritti delle vittime ha rappresentato e rappresenta il più efficace contributo al contrasto delle organizzazioni criminali che ne gestiscono la tratta e lo sfruttamento!
La cittadinanza tutta è invitata.



Il Coordinamento Anti-tratta "Favour e Loveth"
Aderiscono al Coordinamento: ASGI, Associazione AMUNI', Associazione Culturale Gruppo Teatro Totem, Associazione Pellegrino della Terra, Azione Cattolica Italiana Arcidiocesi di Palermo, Centro Salesiano Santa Chiara, Centro Siciliano di Documentazione Peppino Impastato, CESIE/Centro Studi di Iniziative Europeo, CISS/Cooperazione Internazionale Sud Sud, Comitato antirazzista migranti Cobas, DIARIA Palermo, Forum antirazzista Palermo, ITIS Volta, La Migration, sportello migranti Lgbt - Arcigay Palermo, Laici Missionari Comboniani Palermo, Le Onde, Parrocchia S. Antonino, Rete Primo Marzo / Giù  le frontiere, Suore Missionarie Comboniane di Palermo, UDI Palermo. 

Nessun commento: