www.tprf.org: La tua arma segreta (words by Prem Rawat)

Pledge to Peace - Dichiarazione di Bruxelles - 28 novembre 2011



Discorso di Prem Rawat alla Settimana della Pace e della Solidarietà di Mazara del Vallo - 27 maggio 2011 - Video


"Determination, understanding and clarity have to be the fundamental foundations on which peace will be built."


"Not exclusion, but inclusion."


"The day our measurements are based on our similarities and not our differences is the day we will begin to lay the foundation for peace in this world."
Prem Rawat
Watch A message of Peace by Prem Rawat

Il Peace Education Program (PEP) ha lo scopo di aiutare i partecipanti a scoprire le risorse interiori che sono loro proprie, strumenti innati per vivere, come la forza interiore, la capacità di scelta e la speranza, esplorando anche la possibilità della pace personale.
Si tratta di un programma educativo nuovo, con un piano di studi che consiste in 10 video, ciascuno incentrato su un argomento specifico, presentato e facilitato da volontari. Questi seminari, adattabili e interattivi, sono non religiosi e non settari. Il contenuto di ciascun argomento si basa su brani tratti da discorsi pronunciati da Prem Rawat in tutto il mondo.
Presentazione del PEP (in italiano)

"Uno degli aspetti meravigliosi del ridere, della felicità, della gioia e della pace, è che sono cose contagiose. Diffondete questo sentimento contagioso di pace, il bisogno di pace, in questo mondo. È di questo che abbiamo bisogno nella nostra vita. La pace è una necessità, non è un lusso." Prem Rawat


sabato 24 marzo 2012

Sole Luna Festival: chiuse le iscrizioni con circa 250 film da 80 paesi del mondo

Associazione Sole Luna, Un ponte tra le culture
Corso Vittorio Emanuele I1,I45- 00186 Rome - Italy
Tel. 3357059388 – Fax 06 +39 06 6833855
info@solelunapontetraleculture.com - www.solelunaunpontetraleculture.com


Comunicato Stampa
Sole Luna Festival: chiuse le iscrizioni con circa 250 film da 80 paesi del mondo


Le iscrizioni alla Settima edizione del Sole Luna Festival si sono chiuse con un'affluenza che quest'anno ha superato ogni aspettativa. Circa 250 film da 80 Paesi diversi parteciperanno alla selezione per le due sezioni in concorso In.Med e Out.Med, segno incontrovertibile che il Festival diventa sempre più una vetrina qualificata di livello davvero internazionale.

Il Festival palermitano ha attratto infatti anche quest'anno grandi registri provenienti da importanti scuole di cinema di tutto il mondo e da eccellenti esperienze. Se non ci sorprende che moltissimi registi europei siano tra questi, ci lusinga che molti arrivino da scuole importanti, meno note nei circuiti occidentali: dalla Cina, dall'Argentina, dal Guatemala, da Cuba. Tra i registi in gara molti provengono anche dal mondo della letteratura e del giornalismo. Notevole la partecipazione di numerosi giovani registi che hanno voluto mettersi in gioco e sfidare i loro maestri, presentandosi con un bagaglio di esperienze non indifferente considerata la loro giovane età.

Se, in linea con le edizioni precedenti, la sezione In.Med ha catturato il maggior numero di iscritti, con lavori incentrati su "storie" dei paesi del Nord Africa (come Tunisia, Libia ed Egitto), del Medio Oriente (come Turchia, Israele, Iran, Iraq, Libano e Qatar), la sezione Out.Med le ha tenuto testa con produzioni da Stati Uniti, Cile, Angola, Cameroon e persino da Cambogia e Australia. Si avvia adesso il lavoro di selezione delle opere iscritte, che sarà concluso il 30 aprile. Le opere scelte saranno mostrate al pubblico palermitano. Una giuria internazionale, presieduta dall'ambasciatore Antonio Puri Purini e composta dal regista siciliano Stefano Savona, dal presidente dell'Iraq Short Film Festival Nizar Al-Rawi, dal regista indipendente cinese Ying Liang e dall'arabista Francesca Corrao, decreterà il vincitore della settimana edizione, nella serata di premiazione che avrà luogo il 13 luglio.




Nessun commento: