www.tprf.org: La tua arma segreta (words by Prem Rawat)

Pledge to Peace - Dichiarazione di Bruxelles - 28 novembre 2011



Discorso di Prem Rawat alla Settimana della Pace e della Solidarietà di Mazara del Vallo - 27 maggio 2011 - Video


"Determination, understanding and clarity have to be the fundamental foundations on which peace will be built."


"Not exclusion, but inclusion."


"The day our measurements are based on our similarities and not our differences is the day we will begin to lay the foundation for peace in this world."
Prem Rawat
Watch A message of Peace by Prem Rawat

Il Peace Education Program (PEP) ha lo scopo di aiutare i partecipanti a scoprire le risorse interiori che sono loro proprie, strumenti innati per vivere, come la forza interiore, la capacità di scelta e la speranza, esplorando anche la possibilità della pace personale.
Si tratta di un programma educativo nuovo, con un piano di studi che consiste in 10 video, ciascuno incentrato su un argomento specifico, presentato e facilitato da volontari. Questi seminari, adattabili e interattivi, sono non religiosi e non settari. Il contenuto di ciascun argomento si basa su brani tratti da discorsi pronunciati da Prem Rawat in tutto il mondo.
Presentazione del PEP (in italiano)

"Uno degli aspetti meravigliosi del ridere, della felicità, della gioia e della pace, è che sono cose contagiose. Diffondete questo sentimento contagioso di pace, il bisogno di pace, in questo mondo. È di questo che abbiamo bisogno nella nostra vita. La pace è una necessità, non è un lusso." Prem Rawat


domenica 4 marzo 2012

9 marzo, Palermo: Convegno "L'immigrazione... che non si dice"


CONVEGNO
L’immigrazione … che non si dice 
Palermo, venerdì 9 marzo 2012
ore 09.30

Venerdì 9 marzo, alle ore 09.30, a Palermo presso la “Sala Gialla” di Palazzo dei Normanni (piazza del Parlamento, 1) si terrà il convegno “L’immigrazione … che non si dice”, durante il quale verranno presentati il Dossier Statistico Immigrazione, realizzato a cura di Caritas di Roma, Caritas Italiana e Fondazione Migrantes, e il libro “Sullo stesso barcone. Lampedusa e Linosa si raccontano”, realizzato dai cronisti volontari dell’Ufficio Migrantes di Messina.

Introdurrà i lavori il dott. Mario AFFRONTI, direttore dell’Ufficio Diocesano Migrantes di Palermo; a seguire, i saluti dell’on. Francesco CASCIO, presidente dell’Ars, dell’on. Giovanni ARDIZZONE, deputato dell’Ars e presidente dell’Associazione Parlamentare “Amicizia Sicilia-Tunisia”, di mons. Benedetto GENUALDI, direttore della Caritas Diocesana di Palermo, del dott. Alfonso CINQUEMANI, direttore del Centro Astalli di Palermo e di don Domenico LUVARÀ, delegato ispettoriale VIS Sicilia.
 
Il titolo del convegno è stato scelto allo scopo di raccontare un altro volto dell’immigrazione troppo spesso tenuto in secondo piano: L’immigrazione … che è risorsa; L’immigrazione … che è cronaca di prossimità; L’immigrazione … che è persona. Uomini e donne con progetti, sogni, desideri: che sono indispensabili per l’economia e la crescita del nostro Paese; che fanno fatica a praticare la cittadinanza a causa di una legge che li discrimina; che lanciano un appello a riconsiderare il nostro sistema di accoglienza nei confronti di chi è costretto a scappare dal proprio Paese e chiede protezione.
 
Il diac. Santino TORNESI, direttore dell’Ufficio regionale per le Migrazioni della C.E.Si., presenterà il fenomeno migratorio, nel contesto nazionale e regionale, alla luce del nuovo Rapporto; quindi, la dott.ssa Elena DE PASQUALE e il dott. Nino ARENA, autori del libro e don Stefano NASTASI, parroco di Lampedusa, racconteranno l’esperienza vissuta durante l’emergenza sbarchi 2011, evidenziando, anche attraverso la proiezione di un video, come la comunità di Lampedusa e Linosa vi abbia fatto fronte.
 
I lavori saranno moderati da don Sergio NATOLI, dell’Ufficio Migrantes di Palermo, e le conclusioni verranno affidate a mons. Giancarlo PEREGO, direttore generale della Fondazione Migrantes.

L’evento è realizzato in collaborazione con l’Associazione Parlamentare “Amicizia Sicilia - Tunisia” (grazie alla quale sarà possibile distribuire ai partecipanti copia del libro presentato), con il Centro Astalli di Palermo e con la Ong VIS Sicilia.

A quanti lo richiederanno, a conclusione dei lavori, verrà rilasciato l’attestato di partecipazione.

Per informazioni:
diacono Santino TORNESI cell. 338.2017995; e-mail: migrantes.me@tiscali.it




Nessun commento: