www.tprf.org: La tua arma segreta (words by Prem Rawat)

Pledge to Peace - Dichiarazione di Bruxelles - 28 novembre 2011



Discorso di Prem Rawat alla Settimana della Pace e della Solidarietà di Mazara del Vallo - 27 maggio 2011 - Video


"Determination, understanding and clarity have to be the fundamental foundations on which peace will be built."


"Not exclusion, but inclusion."


"The day our measurements are based on our similarities and not our differences is the day we will begin to lay the foundation for peace in this world."
Prem Rawat
Watch A message of Peace by Prem Rawat

Il Peace Education Program (PEP) ha lo scopo di aiutare i partecipanti a scoprire le risorse interiori che sono loro proprie, strumenti innati per vivere, come la forza interiore, la capacità di scelta e la speranza, esplorando anche la possibilità della pace personale.
Si tratta di un programma educativo nuovo, con un piano di studi che consiste in 10 video, ciascuno incentrato su un argomento specifico, presentato e facilitato da volontari. Questi seminari, adattabili e interattivi, sono non religiosi e non settari. Il contenuto di ciascun argomento si basa su brani tratti da discorsi pronunciati da Prem Rawat in tutto il mondo.
Presentazione del PEP (in italiano)

"Uno degli aspetti meravigliosi del ridere, della felicità, della gioia e della pace, è che sono cose contagiose. Diffondete questo sentimento contagioso di pace, il bisogno di pace, in questo mondo. È di questo che abbiamo bisogno nella nostra vita. La pace è una necessità, non è un lusso." Prem Rawat


domenica 8 gennaio 2012

11 gennaio, Palermo: Amori stranieri

Carissim* abbiamo il piacere di invitarvi ad una serata di racconti: poesie, prosa, appunti, ricordi, brani dei
libri, collage, suoni... con il titolo "Amori stranieri".


Mercoledi 11/01/2012 alle 21 presso NZocchè Circolo Arci
Via Ettore Ximenes 95, Palermo

Amore straniero, strano, straniante.
E’ una relazione che ti ha portato a pensarti stranier* al mondo e al modo in cui avevi immaginato la tua vita. E’ la storia di una differenza che ti ha restituito la fantasia, anche se non ti riconosci più, oppure sono gli altri  a non riconoscerti. Capita e non lo sai capire, ha bisogno di una traduzione.
Viene da lontano, lancia fuori dall’orbita del familiare, toglie il terreno da sotto i piedi. Genera esperienze, conoscenze e aperture che non avresti riconosciuto se non avesse incrociato la tua strada.
Attraversa una e tante frontiere, vivifica il conflitto. Non è solo una questione di nazionalità, di culture, di paesi ma di geografia. I corpi sono il territorio di questi attraversamenti: ruoli, frontiere, desideri, lingue e  intuizioni.
Che cos’è per voi l’amore straniero? Collezioniamo e condividiamo le storie di percorsi indimenticabili, felici o sfortunati. Non occorre essere scrittori, basta avere voglia di leggere ad alta voce o lasciare che altri leggano un testo che hai scelto o scritto. Poesie, prosa, appunti, ricordi, brani dei libri che vi hanno ispirato. Non ci sono limiti né format preimpostati.
Faremo rivivere le nostre storie a Palermo e a Verona, e dovunque ci porterà questo percorso.
Le letture saranno accompagnate da immagini, fotografie, musiche che interpretano l’amore straniero in altri linguaggi. Tutti i testi saranno proiettati perchè la lettura sia accessibile alle persone sorde.
 
Inviate i vostri contributi a lamigration@libero.it
 
Sportello "La migration"


Nessun commento: